Se il caffè della moka non sale queste 3 potrebbero essere le cause più comuni

Per noi italiani il rito del caffè è sacro. Ogni momento è quello giusto per gustarsene una bella tazzina calda. Con il suo intenso profumo, è proprio quel che ci vuole di prima mattina, per darci una bella sferzata di energia e cominciare bene la giornata. Senza però dimenticare la pausa studio/lavoro, magari bevendo quello alla macchinetta, e la classica tazzina per concludere in bellezza il pranzo e ricaricarci per affrontare gli impegni pomeridiani. Ovviamente, se si è fuori casa, bar e pasticcerie sono i luoghi prediletti per assaporare un buon caffè.

E a casa? Cialde o moka?

A casa, moltissime persone si sono ormai convertite a cialde e capsule. Basta un semplicissimo gesto, ed ecco un caffè denso e corposo.

Tuttavia, molti non hanno aderito a questo sistema moderno. I più tradizionalisti continuano, infatti, a preferire la cara e vecchia moka. La preparazione, l’attesa e il tipico gorgoglio finale costituiscono un rito lento e che sa di passato, quasi poetico.

Tra l’altro, è sorprendente, ma il caffè preferito e il modo di berlo svelano molto di una persona.

La moka: un rito che sa di passato

Preparare il caffè con la moka non è però così semplice e banale come potrebbe sembrare. Ci sono infatti delle regole ben precise da rispettare. Il caffè altrimenti potrebbe non essere buono, strabordare o non salire addirittura. In quest’ultimo caso, in particolare, spesso la colpa è della guarnizione da cambiare oppure della qualità dell’acqua che utilizziamo. Ma non sempre le cose stanno così. Infatti, non solo calcare e guarnizione rovinata se il caffè della moka non sale queste 3 potrebbero essere le cause più comuni.

Grana molto sottile

Un caffè macinato in maniera eccessivamente fine potrebbe provocare il blocco della risalita dell’acqua. Pertanto, se acquistiamo il caffè in grani, è bene ricordare questo, appunto, al momento della macinatura. Se invece lo acquistiamo in torrefazione, chiediamo in maniera molto chiara una macinazione adatta per la moka.

Troppa acqua

L’acqua nella caldaia dovrebbe raggiungere il livello della valvola di sicurezza. Per essere ancora più precisi, per la classica moka da 3 tazzine servono 150 grammi circa di acqua. È molto importante che, sotto il filtro ad imbuto, si formi una piccola sacca di aria. Andando ad aggiungere troppa acqua, questa sacchetta di aria non si riuscirebbe a creare. Inoltre, se l’acqua va al di sopra del filtro, si mescolerebbe insieme ad un po’ di caffè a freddo, e questo potrebbe portare alla formazione di una specie di cemento che impedirebbe la risalita del liquido.

Se il caffè della moka non sale queste 3 potrebbero essere le cause più comuni

Concludiamo con il terzo ed ultimo motivo sul perché il caffè potrebbe non salire.

Fiamma troppo alta

Il caffè risale nella moka per un processo di pressione e non per la bollitura dell’acqua. Pertanto, tenere la fiamma alta non serve proprio a nulla.

L’ideale, anzi, è tenere il calore basso, così che la nostra bevanda aromatica possa uscire lentamente.

Approfondimento

È incredibile ma basta aggiungere questo ingrediente per rendere il caffè una bevanda speciale

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te