Si visita in una giornata questa deliziosa villa con giardino a due passi dal Lago Maggiore per scoprire la vita nel Settecento

Con l’arrivo delle belle giornate saremo pronti ad organizzare gite fuori porta e a visitare monumenti e città storiche del nostro Pease. Infatti, apriranno le porte moltissimi monumenti, ville e giardini secolari che normalmente con la cattiva stagione non è possibile visitare. È il caso di questa deliziosa villa di cui vi illustreremo le caratteristiche principali e che si trova in Lombardia.

Una villa rustica trasformata in una dimora settecentesca

Nella provincia di Varese, per l’esattezza, troveremo la Villa Della Porta Bozzolo, detta della delizia.

Costruita nel ‘500 per volere della famiglia di notai Della Porta, nei secoli questa dimora fu ampliata e ristrutturata per divenire una villa settecentesca a tutti gli effetti. Ricca di stanze e di ambienti in stile rococò, la villa è molto apprezzata e conosciuta per un ampio giardino in stile italiano.

Affidata alle mani di un sapiente architetto, la villa si arricchì di un giardino diviso in due parti perfettamente simmetriche in cui compaiono terrazzamenti e fontane con giochi d’acqua. La particolarità consiste nel fatto che, contravvenendo alle regole dell’epoca, il giardino non si apre frontalmente sulle stanze più importanti della villa ma è posizionato in linea parallela alla facciata della dimora.

Tutto intorno inoltre sono rimasti in piedi e ben conservati altri caseggiati. Cantine, stalle, scuderie e anche un grande torchio in legno tra i più grandi in Lombardia.

Negli ambienti della villa è inoltre presente anche una filanda per bachi da seta.

Si visita in una giornata questa deliziosa villa con giardino a due passi dal Lago Maggiore per scoprire la vita nel Settecento

La villa che nel tempo ha subito notevoli modifiche strutturali è oggi un punto di riferimento per la conoscenza dello stile di vita condotto nel Settecento. Fondamentale è stata la ristrutturazione avvenuta nell’800 per volere del senatore Bozzolo.

In quell’occasione la villa fu definitivamente salvata dall’incuria e dall’abbandono del tempo. Oggi grazie al recupero che il FAI ha operato nel corso degli anni è possibile visitarla in tutta la sua bellezza.

Come si apprende dal loro sito, normalmente è dalla stagione primaverile che si aprono le porte al pubblico in maniera ufficiale. Infatti, sarà proprio nelle prossime settimane che saranno organizzati eventi, mostre e visite per ammirare le bellezze di questo luogo.

Durante l’anno si organizzano eventi mirati sotto le festività natalizie o per San Valentino perché gli ambienti si adattano a ricreare la magia delle feste più importanti.

Ecco perché non dovremmo farci sfuggire l’occasione. Si visita in una giornata questa deliziosa villa situata in Lombardia e ne rimarremmo davvero stupiti.

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te