Come pulire e conservare mobili e attrezzi da giardino

In giardino e sul terrazzo abbiamo sistemato mobili che hanno ospitato le nostre serate al fresco in famiglia o con amici.

Ci sono mobili in plastica, resina, legno o teak e addirittura arredamento fai da te costruito con pallet e bancali di vario genere. Negli spazi all’aperto è spesso la fantasia a farla da padrone quando si arreda. Siamo anche molto attenti a come apparecchiare in modo carino per una cena romantica o con amici. Insomma mobili e attrezzature da esterno sono fondamentali per le giornate più calde o miti. Dobbiamo però essere pronti a riporre tutto prima della stagione invernale.

Come pulire e conservare mobili e attrezzi da giardino

Ragionare bene su come mettere da parte gli arredi da giardino è importante per trovarsi pronti non appena tornerà il caldo. L’autunno è alle porte e quindi dovremmo organizzare la resa all’inverno. Non bisogna essere frettolosi nel compiere questa operazione, potremmo andare incontro ad un settembre e ottobre climaticamente favorevoli e sfruttare ancora gli spazi esterni. Magari per un pranzo domenicale, un caffè con gli amici o un brunch nel weekend.

Quando siamo certi che gli arredi esterni non verranno più usati, per prima cosa dobbiamo procedere con la loro pulizia.

Dovremo eliminare accuratamente i residui di terra o erba ed essere certi che siano completamente asciutti. Questo eviterà che si creino muffa e macchie. Per i mobili in resina o plastica si può usare acqua e sapone di Marsiglia. Meglio evitare detergenti aggressivi che potrebbero macchiare le superfici. Se i mobili sono in legno o teak dovremo rimuovere lo sporco in eccesso con sola acqua e poi passare anche un sapone specifico per il legno o un detersivo per il parquet.

Mobili da esterno nelle case al mare

Se si tratta di mobili e attrezzature utilizzate in un posto di mare, dovremo anche eliminare la salsedine che potrebbe essersi depositata sulle superfici. Per la salsedine può essere utile rimuovere l’eccesso con una spazzola dalle setole mediamente dure. Potremo poi procedere con un lavaggio con acqua calda e sgrassatore oppure acqua e aceto bianco. Con un aspirapolvere dovremo rimuovere i residui di sabbia depositati sulle poltrone e strofinare le parti in metallo con una spazzola dalle setole dure per eliminare tracce di salmastro.

In tutti i casi dovremo lavare fodere e tessuti rimovibili. Le imbottiture dovranno essere lasciate al sole prima di conservarle, affinché non restino tracce di umidità.

Tende, ombrelloni e gazebo

Le coperture dei gazebo o gli ombrelloni devono essere lavati con acqua calda e sapone neutro. Basterà immergere una spugna nel liquido e passarla su entrambi i lati. Dovremo poi sciacquare con acqua e lasciar asciugare al sole. Evitiamo di usare prodotti aggressivi che potrebbero rovinare l’idrorepellenza del tessuto.

Sapere come pulire e conservare mobili e attrezzature da esterno può sembrare superfluo, ma non lo è. Un’adeguata manutenzione comporta un risparmio di tempo e denaro. Potremo riporre il tutto al chiuso se disponiamo di garage, depositi o cantine. Ma se dovessimo lasciare tutto all’aperto, sarà opportuno acquistare delle coperture impermeabili adatte. Su Amazon si trovano moltissime soluzioni con prezzi che si attestano tra i 30 ed i 60 euro, a seconda delle dimensioni e delle caratteristiche. Si tratta di coperture per poltrone, divani, dondolo, tavoli ed anche cover per proteggere i gazebo che non intendiamo smontare. Esistono inoltre protezioni per i barbecue e gli attrezzi che dovranno restare all’aperto anche durante l’inverno.

Lettura consigliata

Quali sono le piante fiorite autunnali con colori brillanti

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te