Sarebbe questo il miglior dentifricio per denti bianchi, anche per fumatori

Un bel sorriso è un asso della manica importante da avere. Quante volte siamo stati catturati da un sorriso radioso, contagioso, che trasmetteva allegria? L’atteggiamento positivo che attrae le persone passa innanzitutto da un sorriso bello e curato. Per questo motivo è fondamentale prendersi cura dei propri denti, con piccoli gesti semplici e quotidiani.

La prima regola suggerita dai dentisti è lavarsi i denti dopo i pasti, quindi almeno 3 volte al giorno. Ma come facciamo a scegliere il dentifricio migliore?

Spesso, infatti, non pensiamo che la qualità del dentifricio potrebbe incidere sulla bellezza dei nostri denti. Per questo motivo, finiamo per scegliere il dentifricio solo in base al prezzo o alla marca che conosciamo.

In realtà, ci sarebbe una caratteristica da controllare, per assicurarsi di aver preso il prodotto migliore. Ecco di cosa di tratta e facciamo attenzione a quel che leggiamo sulla confezione.

Sarebbe questo il miglior dentifricio per denti bianchi, anche per fumatori

Curiamo i nostri denti perché li vorremo bianchi e lucenti, sani e forti. Il modo per ottenere questo risultato passa anche attraverso la scelta del dentifricio.

Molti di noi acquistano il dentifricio al carbone, che ha ottenuto tanta popolarità soprattutto negli ultimi anni. Il sito di Humanitas, però, indica quale sarebbe la caratteristica più importante da individuare per scegliere un buon dentifricio.

Per proteggere lo smalto dei nostri denti e rendere quest’ultimo forte e resistente, dovremmo scegliere un dentifricio a base di fluoro. In questo modo riusciremmo a mantenere in salute i nostri denti, difendendoli dai danni esterni. Sarebbe questo, dunque, il miglior dentifricio per salvaguardare la bellezza e la salute della nostra bocca.

Questo dentifricio andrebbe bene per chiunque, comprese le persone che fumano. Questo vizio, com’è noto, provocherebbe danni importanti anche ai denti, oltre che ai polmoni e al cuore. Fumare, infatti, intaccherebbe soprattutto il colore dei denti, macchiandoli e rendendoli più gialli.

Inoltre, per liberarci dall’alito cattivo, invece delle solite caramelle, potremmo provare alcuni rimedi naturali.

Attenzione a queste 2 regole da non dimenticare mai

Oltre alla cura quotidiana fai da te, sarebbe importante anche effettuare delle visite di controllo dal nostro dentista di fiducia. In questa fase, il professionista controllerà lo stato dei denti, agendo prontamente su eventuali problematiche. Inoltre, effettuerà una seduta d’igiene orale, che completerà e approfondirà la pulizia che eseguiamo a casa.

Generalmente, si consiglia di eseguire questo processo uno a 2 volte all’anno. Per ricevere delle indicazioni più precise ed elaborate su misura sul nostro caso, però, dovremo rivolgerci direttamente a uno specialista.

Lettura consigliata

Potremmo puzzare tremendamente mangiando questi 4 cibi che potrebbero peggiorare l’odore della nostra pelle

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te