Riscopriamo questo antico e magnifico borgo medievale per un weekend da vivere nel relax totale e senza spendere molti soldi

In Italia esistono moltissimi luoghi magnifici, ricchi di storia, arte, cultura e di panorami naturali che mozzano il fiato. Dalle grandi città ai piccoli borghi di mare, da sempre i turisti guardano all’Italia come ad uno dei Paesi più affascinanti del Mondo.

Con l’arrivo dell’autunno, in molti sentono già la mancanza delle ferie estive, quindi perché non partire per un weekend unico e rilassante? Il luogo perfetto per perdersi tra le viuzze di uno splendido borgo medievale e per ammirare panorami indimenticabili esiste e continuando a leggere vedremo qual è.

Riscopriamo questo antico e magnifico borgo medievale per un weekend da vivere nel relax più totale e senza spendere molti soldi

Torre Alfina è una piccola frazione del comune di Acquapendente, in provincia di Viterbo, nel Lazio. Questa piccola frazione offre uno dei panorami più belli e tipici d’Italia, dall’alto dei suoi 602 metri di altezza. Inoltre, il Castello di Torre Alfina è uno splendido esempio di costruzione medievale, splendidamente conservata. E tutto questo, a meno di 2 ore di macchina da Roma.

Giunti a Torre Alfina, dalla piazza principale si possono ammirare le alte mura in pietra e le 4 torri merlate del Castello. Il tutto, ovviamente, con lo sfondo magnifico della natura incontaminata della Riserva Naturale di Monte Rufeno e il Bosco del Sasseto.

Per cui, è questa la meta ideale per un weekend rilassante e lontano dal caos della città.

Cosa fare e vedere in questo magnifico borgo e dintorni

Per un weekend originale da vivere nel relax più totale e senza spendere molti soldi, riscopriamo questo antico e magnifico borgo medievale, Torre Alfina. Qui, in due giorni si potranno sia visitare la piccola frazione che ammirare la natura che circonda Torre Alfina.

Per cominciare, si può partire visitando lo splendido Castello, in cui ammireremo affreschi, statue e dipinti che decorano stanze dal fascino unico. Dopodiché, potremo continuare la visita della piccola frazione ammirando il Palazzo nobiliare che un tempo ospitava diverse famiglie di alto rango.

Poi, si consiglia di concludere la prima giornata passeggiando tra le vie di Torre Alfina e poi di Acquapendente. Proprio ad Acquapendente potremo visitare la Cattedrale del Santo Sepolcro ed il Museo del Fiore nella Riserva Naturale Monte Rufeno e il Bosco del Sasseto.

Il secondo giorno, armati di scarpe comode, possiamo inoltrarci nell’incantevole Bosco del Sasseto, passando per una stradina che si trova sotto al Castello. Qui, incontreremo alberi antichi e dalle forme uniche, fiori e flora locale e persino un mausoleo gotico. Dopodiché, possiamo decidere di continuare esplorando la Riserva Naturale Monte Rufeno seguendo uno dei molti percorsi segnalati.

Concludiamo il weekend con un piatto tipico di Torre Alfina, le pappardelle al cinghiale, e con le “imbriachelle”, delle ciambelline da accompagnare col vino.

Approfondimento

Questi piccoli borghi paradisiaci circondati da montagne e coste incantate sono la perla della Liguria, mete turistiche affascinanti e senza tempo

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te