È proprio questa la miglior ricetta per preparare questa fantastica conserva autunnale

L’autunno non è accolto con grande entusiasmo, perché ha la sfortuna di giungere ciclicamente dopo la più apprezzata stagione estiva. Tuttavia, le foglie gialle sul ciglio delle strade, l’odore delle caldarroste che inebriano i passanti, i colori caldi della frutta di stagione e i bastoncini di cannella nel tè caldo, lentamente sciolgono il cuore. Ecco che si ritorna ogni anno ad apprezzare tutto ciò che di buono e prezioso ci offre l’autunno.

E la regina indiscussa della stagione è la raccolta delle olive, che si vive come un vero e proprio passaggio di transizione. Una tradizione del passato che tutt’oggi mantiene vivo il senso più profondo: connettersi con la natura e riunire la famiglia sotto le fronde degli ulivi. È così importante anche perché chiude il ciclo di vita delle olive, ma allo stesso tempo, segna l’inizio di quel faticoso, magico e laborioso processo che trasformerà il frutto in olio o in conserve.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
La nuova friggitrice ad aria che amerai: zero odori, zero schizzi

SCOPRI IL PREZZO

Oil free

È proprio questa la miglior ricetta per preparare questa fantastica conserva autunnale

La raccolta va eseguita nel giusto momento per avere un prodotto dal gusto equilibrato, e normalmente, può protrarsi da ottobre a dicembre. Il periodo può variare a seconda della varietà, delle caratteristiche climatiche o, ancora, della destinazione nel mercato. In particolar modo, le olive nere si prestano a diverse lavorazioni per la preparazione di conserve: sotto sale, condite o, ancora, in salamoia.

Ma è proprio questa la miglior ricetta per preparare questa fantastica conserva autunnale.

  1. Per prima cosa, occorre separare le olive nere da quelle più verdi.
  2. Sciacquare bene sotto il flusso dell’acqua per far andar via qualsiasi residuo indesiderato e riporre in un contenitore capiente, possibilmente forato: un semplice scolapasta può andare bene.
  3. Cospargere le olive con abbondante sale da cucina per 3/4 giorni.
  4. Attendere che rilascino il liquido scuro di ristagno, che dovrà essere eliminato ogni giorno.
  5. Dopo di che, occorre prendere una pentola capiente piena d’acqua e portare ad ebollizione, quindi togliere dal fuoco e tuffare le olive per 5 minuti circa.
  6. Eliminare l’acqua e lasciare gocciolare in un recipiente forato e ben pulito.
  7. Nel frattempo, accendere il forno e portare la temperatura a 180 gradi massimo, quindi, spegnere e inserire le olive adagiate su una teglia.
  8. Lasciare in forno per circa 5 minuti o finché non appaiano ben asciutte.

Al termine, si possono quindi consumare per gli aperitivi, come contorno o per rendere più deliziosi i primi o, ancora, per farcire il pane. Un ultimo consiglio potrebbe essere quello di congelare le olive, negli appositi sacchetti trasparenti, così da averle a disposizione per tutto l’autunno e l’inverno. Sempre che ne rimangano.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te