Ricetta del surimi fatto in casa tutto naturale e senza conservanti

Quante volte ci sarà capitato di mangiarlo nell’insalata di mare o dentro ai roll di sushi. Questo sfizioso cilindretto di pesce è un ingrediente molto gettonato nelle preparazioni di mare. Anche se viene spesso confuso con la polpa di granchio, nel surimi in genere troviamo il merluzzo. Il colore arancione viene dato dai coloranti alimentari e spesso vengono aggiunti aromi e spezie. Per questo motivo in tanti ne sconsiglierebbero il consumo, proprio per la presenza di conservanti e altri aromi artificiali.

Ma, in realtà, il surimi originale è una preparazione tipica del Giappone che risale a secoli fa. Il nome stesso significa proprio pesce tritato, quindi perché non provare a prepararlo direttamente a casa? Così potremo mangiare un prodotto davvero genuino senza preoccuparci di strani ingredienti aggiunti. Soprattutto se i nostri bambini ne vanno ghiotti, visto il loro aspetto davvero sfizioso.

Ricetta del surimi fatto in casa tutto naturale e senza conservanti

La ricetta originale prevede l’uso del sake e dei filetti di merluzzo, ma possiamo modificarla tranquillamente. Possiamo utilizzare un altro pesce dalle carni bianche e sostituire il sake con il vino bianco. Altrimenti, se vogliamo evitare completamente gli alcolici, andrà bene anche l’acqua.

Ingredienti:

  • 2 filetti di merluzzo;
  • 1 albume d’uovo;
  • 2 cucchiai di sake o vino bianco;
  • 1 cucchiaio raso di zucchero;
  • amido di mais;
  • colorante alimentare rosso o paprika;
  • sale q.b.

Procedimento

Prendiamo i filetti di merluzzo e tritiamoli a pezzettini con il coltello. Usiamo un mixer tritatutto, o anche un frullatore, e mettiamoceli dentro. A questo punto aggiungiamo l’albume, un pizzico di sale, 2 cucchiai di sake e un cucchiaio raso di zucchero. Iniziamo a tritare e aggiungiamo un po’ di amido di mais per addensare meglio il composto. In alternativa, possiamo anche utilizzare della fecola di patate, come preferiamo. A questo punto avremo un composto omogeneo e malleabile che dovremo cuocere. Utilizzeremo la cottura al vapore, con il cestello di bambù nella classica pentola con acqua.

Ma questo è solo uno dei metodi per la cottura al vapore in casa, non serve per forza la vaporiera. Ritagliamo un disco di carta da forno, bucherelliamolo e mettiamolo nel cestello. Trasferiamo il composto, livellandolo bene a formare un disco di pochi millimetri di spessore. Versiamo l’acqua nella pentola e posizioniamo il cestino e chiudiamo con il coperchio. Dopo 10 minuti il nostro disco di surimi sarà cotto, arrotoliamolo a formare un cilindro. Sciogliamo il colorante alimentare con un po’ d’acqua e spennelliamo il nostro cilindro di surimi fatto in casa.

Questa ricetta del surimi fatto in casa è davvero semplicissima da realizzare. Ora che il nostro surimi è pronto, possiamo sfilacciarlo o tagliarlo a rondelle. Aggiungiamolo all’insalata di mare, anche pronta, per renderla più gustosa e genuina.

Lettura consigliata

Come trasformare l’insalata di mare pronta in un piatto che sembra appena cucinato

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te