Ricco di potassio, proteine, sali minerali e vitamine questo frutto potrebbe favorire l’aumento del colesterolo HDL e ridurre l’ipertensione

Ci sono alcuni frutti che, pur non prodotti in Italia, sono entrati a far parte della nostra alimentazione e che sono disponibili tutto l’anno sui banchi della frutta. Tra i prodotti tropicali più diffusi sulla tavola degli italiani c’è sicuramente la noce di cocco, che non è solo un frutto da spiaggia. Da bambini lo mangiavamo soprattutto al mare, acquistandolo da venditori di passaggio che lo mantenevano fresco in mezzo a grossi pezzi di ghiaccio.  È un frutto che evoca la stagione estiva, ma può essere consumato tutto l’anno con grandi benefici per la salute.

Il re dei vegetali

Il cocco è il frutto del Cocos nucifera una pianta tropicale che viene definita il re dei vegetali nei Paesi in cui si produce. All’interno contiene l’acqua di cocco, un liquido chiaro e rinfrescante a cui sono attribuite proprietà diuretiche. Il latte di cocco, che si ottiene per spremitura della polpa, è privo di lattosio e per questo usato largamente da chi è intollerante a questo zucchero.

Ricco di potassio, proteine, sali minerali e vitamine, contiene grassi saturi a corta e media catena molto simili ai grassi presenti nel latte materno, che spesso sostituisce nell’alimentazione dei neonati nei Paesi tropicali. Pur essendo un grasso saturo, l’acido laurico contenuto nella noce di cocco fa bene alla salute ed è diverso dai grassi saturi a lunga catena che troviamo nei formaggi, nei salumi e nei grassi di origine animale. Secondo l’Istituto di Ricerca Humanitas sarebbe in grado di favorire l’aumento del colesterolo HDL, quello comunemente detto buono.

Ricco di potassio, proteine, sali minerali e vitamine questo frutto potrebbe favorire l’aumento del colesterolo HDL e ridurre l’ipertensione

La noce di cocco, inoltre, ha un contenuto importante di vitamine e sali minerali e di proteine facilmente assimilabili. In particolare, è ricca di potassio, indicato per reintegrare i sali minerali che si perdono con la sudorazione ma anche per ridurre l’ipertensione. Sappiamo che in caso di pressione alta è importante ridurre il sodio nella dieta limitando l’uso del sale da cucina e controllando accuratamente le etichette degli alimenti per non assumerne inconsapevolmente il sale che contengono.

Ma secondo gli esperti ci sono anche elementi importanti per il controllo della pressione e uno di essi è proprio il potassio. Molti studi hanno confermato il ruolo protettivo di questo minerale nei confronti dell’apparato cardiocircolatorio e la medicina ne consiglia l’assunzione giornaliera attraverso gli alimenti. Ne sono ricchi carne e pesce e anche alcune verdure, come spinaci e patate. Tra i frutti, oltre alla noce di cocco lo troviamo in banane e kiwi.

Approfondimento

Questo pesce economico e ricco di antiossidanti potrebbe aiutarci a ridurre trigliceridi e colesterolo e a prevenire l’Alzheimer

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te