Resta pochissimo per candidarsi ai 2 concorsi dell’Agenzia delle Entrate a tempo indeterminato

Ci sarà tempo entro la mezzanotte di giovedì 30 settembre per candidarsi ai 2 concorsi banditi dall’Agenzia delle Entrate (AdE). Si tratta di un imponente immissione di personale, considerato che nell’insieme saranno aperte le porte a 2.420 professionisti.

AdE, infatti, nello specifico cerca 2.320 funzionari tributari e altri 100 con profilo informatico. A tutti, invece, verranno affidati compiti e mansioni ad elevato contenuto professionale, da realizzare con l’ausilio delle più moderne tecnologie informatiche.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO POTENZIALE FINO AL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Vediamo i passaggi chiave dei bandi, considerato che resta pochissimo per candidarsi ai 2 concorsi dell’Agenzia delle Entrate a tempo indeterminato.

Il concorso a 2.320 funzionari tributari

Il bando più ghiotto nei numeri è quello relativo ai funzionari tributari. I neoassunti saranno inquadrati nella III° area funzionale, fascia retributiva F1, di cui 370 posti per le Strutture Centrali e 1.950 per le Direzioni Regionali.

I posti messi a concorso sono ripartiti per ambiti e procedure (identificati da codici), e per ciascun ambito si richiedono precisi requisiti d’accesso. In sintesi abbiamo:

a) codice concorso “CG20”, per l’assunzione di 20 esperti in controllo di gestione presso gli uffici centrali;

b) codice concorso “PD10”, destinato a 10 esperti in protezione dati;

c) codice “leg70”, riservato a 70 esperti di leggi e diritto;

d) codice concorso “INTER50”, per l’assunzione di 50 esperti di fiscalità internazionale;

e) infine il codice concorso “RTRIB2170”, dove ci sono 2.170 posti disponibili (funzionari tributari) divisi tra le varie Direzioni regionali e gli uffici centrali.

Ad esempio, a questi precisi candidati si chiede laurea triennale o diploma di laurea o laurea specialistica a seconda dei casi, come dettagliato nel bando. Sempre in questo caso, le materie d’esame saranno diritto amministrativo, tributario e commerciale, statistica, gestione e contabilità, scienze delle finanze.

Per tutti i dettagli relativi anche agli altri codici concorso, si rimanda al testo del bando.

Ciascun candidato può partecipare ad una o più procedure, mentre si ricorda che vigono alcune riserve di posti, come previsto per legge.

L’assunzione a tempo indeterminato di 100 funzionari informatici

Il secondo concorso punta ad assumere 100 esperti informatici (lavoreranno tutti negli uffici centrali) per la III° area funzionale, fascia retributiva F1. In questo caso il bando prevede tre distinti codici concorsi, per tre distinti profili:

a) codice concorso “ADF25”, destinato a 25 analisti di dati fiscali;

b) codice “AISIF25”, destinato a 25 analisti infrastrutture e sicurezza informatica;

c) codice concorso “DS50”, destinato a 50 data scientist.

Resta pochissimo per candidarsi ai 2 concorsi dell’Agenzia delle Entrate a tempo indeterminato

Tra i requisiti di ammissione al/ai concorso/i troviamo la cittadinanza italiana e il possesso del titolo di studio indicato dal codice concorso a cui ci si candida. Ancora, la regolarità nei riguardi degli obblighi di leva, l’idoneità psicofisica, il godimento dei diritti politici e civili, il non essere stati dispensati dai pubblici uffici.

La domanda andrà prodotta ed inviata entro le 23.59 del 30 settembre e solo online, all’indirizzo di cui all’art. 3 dei bandi. Il comma 3.7 (dei rispettivi bandi) dettaglia le dichiarazioni che il candidato dovrà rendere, sotto la propria responsabilità, nella compilazione della domanda.

La procedura di selezione per i funzionari tributari prevede 3 prove. Si tratta di una prova oggettiva attitudinale, una oggettiva tecnico-professionale e una prova orale integrata da un tirocinio teorico-pratico.

Leggermente diversa, invece, la procedura di selezione dei 100 funzionari informatici. Essa prevede infatti la valutazione dei titoli, una prova oggettiva tecnico-professionale e una prova orale integrata da un tirocinio teorico-pratico.

Approfondimento

Questi 130 tirocini ministeriali offrono 1.000 euro mensili e si svolgono in varie regioni d’Italia.

Consigliati per te