Questo il metodo infallibile per imparare velocemente e allenare la memoria a lungo termine

Molti tra coloro che hanno dovuto affrontare un esame (di maturità, universitario o altro), hanno avuto esperienza delle cosiddette “full immersion” di studio. Si tratta di inanellare ore e ore di studio continuato, quasi senza pause, con pranzi di pochi minuti e litri di caffè per rimanere reattivi. La ragione di queste immersioni nello studio può essere varia (una scarsa preparazione fino a quel momento, un programma troppo vasto, poco tempo a disposizione). Si parte sempre dall’assunto però che quanto impariamo in quel momento, a ridosso dell’esame, possa essere ricordato meglio durante l’esame.

Questo è parzialmente vero, salvo che già il giorno successivo dimentichiamo quanto imparato. In altre parole, le informazioni che apprendiamo con questo metodo sono relative alla memoria di breve periodo e scompaiono con la stessa velocità con cui le abbiamo immagazzinate. Invece, è questo il metodo infallibile per imparare velocemente e allenare la memoria a lungo termine. È un metodo immaginato e studiato da Ermann Ebbinghaus oltre 120 anni fa, ma di cui abbiamo raccolto le conferme scientifiche solo nel luglio 2021.

L’effetto spaziatura

Ermann Ebbinghaus era uno psicologo tedesco. Alla fine del XIX secolo pubblicò un libro influente, Über das Gedächtnis (“Sulla memoria”), che esplorava la memoria e l’apprendimento. In questo libro si mettono in evidenza delle caratteristiche fondamentali della memoria, poi confermate durante il secolo successivo.

Alcune caratteristiche fondamentali sono per esempio:

  • la soglia di apprendimento: ripetendo in continuazione una nozione esiste una soglia oltre la quale non si impara nulla di più;
  • la curva del dimenticare: quello che impariamo diminuisce con il passare del tempo secondo una curva caratteristica;
  • l’effetto delle sillabe: per ricordare bene è importante la posizione delle sillabe;
  • l’effetto spaziatura: suggerisce che le informazioni vengono codificate in modo più efficace quando le sessioni di apprendimento sono intervallate da ampie pause.

Questo il metodo infallibile per imparare velocemente e allenare la memoria a lungo termine

In uno studio recentissimo (Glas A et al, 2021), sono stati eseguiti degli studi su topi per valutare la capacità di apprendimento in sessioni con pause di tempo di lunghezza diversa.

Si è giunti alla conclusione che le interruzioni durante la fase di apprendimento possono rafforzare i percorsi della memoria a lungo termine. Nei topi l’interruzione ottimale era tra i 30 e i 60 minuti, confermando quindi l’effetto spaziatura ipotizzato oltre un secolo prima.

Quindi, quando si è sotto esame o è necessario apprendere molte informazioni bisognerebbe fare delle sessioni più brevi di studio. Le nozioni così imparate possono essere facilmente ricordate grazie alla memoria a lungo termine.

Un ultimo consiglio. Attenzione perché bere questa comunissima bevanda può portare a demenza e ictus secondo la scienza

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te