Questi splendidi fiori profumati sono ottimi in pastella, ecco come renderli croccantissimi e golosi

Non sono soltanto le tradizionali verdure ad essere buonissime in pastella.

Con l’arrivo della primavera, possiamo dare sfogo alle nostre abilità culinarie friggendo un alimento molto più insolito e particolare. Stiamo parlando dei fiori.

Proprio così, moltissimi fiori sono ottimi in pastella e fritti, un vero trionfo per le papille gustative. Dato che i fiori durano soltanto pochi giorni, è importantissimo approfittarne subito, per mettere in tavola un piatto curioso, buonissimo e tradizionale.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Ci sono dei fiori in particolare che tutti apprezzano per la loro bellezza e il loro profumo, ma non molti sanno che sono anche buonissimi da mangiare.

Questi splendidi fiori profumati sono ottimi in pastella, ecco come renderli croccantissimi e golosi.

Creiamo una pastella leggera e spumosa

Di quali fiori stiamo parlando? Degli splendidi fiori di glicine. Il glicine fiorisce a primavera inoltrata e ci regala una vera e propria cascata di bellezza e profumo. Ma può anche regalarci un contorno molto sfizioso.

Questi splendidi fiori profumati sono ottimi in pastella, ecco come renderli croccantissimi e golosi.

La prima regola è quella di creare una pastella leggera e spumosa. Un trucco per farlo è quello di utilizzare l’acqua frizzante o la birra al posto della normale acqua naturale. Una volta preparata la pastella, possiamo procedere alla frittura.

Friggiamolo in padella e consumiamolo subito

Scegliamo dei fiori di glicine in piena fioritura, non chiusi e non già sfioriti.

Cerchiamo anche di scegliere dei grappoli puliti, che non necessitano di lavaggio. Se questo è impossibile, e notiamo delle particelle di polvere o di sporco sui fiori, possiamo lavarli mettendoli delicatamente a bagno nel lavello riempito di acqua. Facciamo però molta attenzione a lasciar asciugare il fiore completamente prima di gettarlo in padella, per evitare spiacevoli schizzi di olio bollente.

Intingiamo l’intero grappolo di fiori nella pastella, e poi facciamolo cuocere nell’olio da entrambi i lati a fuoco vivo fino a quando comincerà a formare una crosticina marrone. Consumiamolo subito per godere la massima croccantezza.

Ma il glicine non è il solo fiore buonissimo in cucina, ecco la pianta che fiorisce proprio in questi giorni in tutti i giardini e che è buonissima da mangiare.

Consigliati per te