Questi 2 frutti di stagione dal sapore un po’ asprigno potrebbero aiutarci per depurare fegato stomaco e intestino dopo l’abbuffata delle feste

Dopo l’abbuffata di Pasqua, ci sentiamo sempre gonfi e la sensazione è quella di essere come “pieni di cibo”. È una situazione del tutto normale, soprattutto quando non siamo abituati a mangiare tanto o semplicemente più di una porzione per pasto. Questo inciderebbe sul nostro organismo creando un po’ di sonnolenza e di pesantezza generale. Per questo motivo, sarebbe importante depurarsi con qualche ingrediente naturale che possa ristabilire il buon funzionamento dello stomaco, dell’intestino e del fegato. Questi organi, infatti, concorrono non solo per la digestione corretta di tutto ciò che beviamo o mangiamo, ma anche per eliminare, dal nostro corpo, le tossine in eccesso.

Questi 2 frutti di stagione dal sapore un po’ asprigno potrebbero aiutarci per depurare fegato stomaco e intestino dopo l’abbuffata delle feste

Come ben sappiamo, esistono tutta una serie di verdure e frutta di stagione le cui proprietà sono particolarmente indicate per ristabilire i livelli normali di funzionamento del corpo. Oggi, in particolare, parleremo di due frutti, i cui benefici potrebbero essere notevoli in questi casi. La mela e il pompelmo. La mela è un frutto che possiamo trovare praticamente tutto l’anno. Si tratterebbe di un’ottima fonte di fluidi, con il suo basso contenuto calorico e la sua quantità di Vitamina C, calcio, potassio e ferro. È vero che i suoi micronutrienti si concentrano nella buccia, ma possiamo comunque non perdere le proprietà frullando l’intero frutto, senza sbucciarlo. Sarebbe l’ideale per il sistema cardiovascolare. Con il suo apporto di fibre farebbe particolarmente bene per il colesterolo e per normalizzare i livelli di zucchero nel sangue. Inoltre, promuoverebbe la regolarità intestinale.

Le proprietà benefiche del pompelmo

Il pompelmo, invece, sarebbe un’ottima fonte di vitamina C, utilissimo per il sistema immunitario. Combatterebbe infiammazioni, ed eserciterebbe un’azione protettiva contro diverse forme tumorali. Inoltre, avrebbe proprietà antiossidanti e detossificanti. Addirittura, sembra che il consumo di questo frutto aiuti a proteggere e prevenire la comparsa di calcoli renali e contro i livelli eccessivi di insulina nel sangue. Anche in questo caso si potrebbe preferire un frullato, al posto di ricavarne solo il succo, mantenendo le proprietà intatte. Si potrebbe pensare di bere, alla sera o alla mattina successiva alla Pasqua, una combo di questi due ingredienti. Oppure creare delle bibite pronte all’uso evitando di mischiare i sapori e gli odori. In entrambi i casi ci potremo sentire decisamente meglio dopo l’abbuffata, sgrassando e depurando il corpo con questi 2 frutti di stagione dal sapore aspro ma buonissimo.

Lettura consigliata

Depuriamo fegato e reni con questa spremuta che andrebbe bevuta ogni mattina a stomaco pieno per espellere le tossine in eccesso

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te