Questa radice potrebbe essere la soluzione allo stomaco gonfio e ingolfato dopo mangiato e prima di dormire

I rimedi naturali che si basavano sulle piante sono stati utilizzati per lungo tempo. Oggi ne riscopriamo l’efficacia anche grazie al supporto della ricerca scientifica. Ciò non vuol dire, però, che possiamo sostituire le nostre medicine con le piante in qualsiasi occasione. Allo stesso modo, potrebbero darci un buon supporto da affiancare alla terapia prescritta dal medico.

I rimedi naturali potrebbero anche aiutarci ad alleviare qualche piccolo fastidio. Ad esempio, una pianta aromatica molto comune ci aiuterebbe a contrastare il caldo intenso dell’estate.

Quando si tratta di problemi di stomaco o digestione, però, generalmente si ricorre a finocchietto o zenzero. Quest’ultima è una radice che ormai è facilmente reperibile anche in Italia e possiamo utilizzare in una varietà di modi.

I benefici dello zenzero

Innanzitutto, lo zenzero sarebbe un efficace antimicrobico e antinfiammatorio. Soprattutto, però, la prossima volta che abbiamo problemi di digestione, questa radice potrebbe essere la soluzione. Ciò dipende dalla presenza di gingeroli, che favoriscono il metabolismo e la mobilità intestinale. Senza contare che lo zenzero ci aiuterebbe anche in caso di nausea, mal di testa e diarrea.

Infine, questa radice potrebbe rivelarsi un valido alleato in caso di raffreddore e sintomi influenzali. A questo scopo spesso viene usata come decotto, ma questo è solo uno dei tanti modi in cui possiamo integrare lo zenzero nella nostra dieta.

Se, però, assumiamo anticoagulanti, ciclosporina, antipertensivi e antidiabetici, sarebbe meglio chiedere un consulto al medico prima di consumare lo zenzero.

Questa radice potrebbe essere la soluzione allo stomaco gonfio e ingolfato dopo mangiato e prima di dormire

Lo zenzero può essere inserito nei nostri dolci, come i famosi biscotti. Può anche entrare a far parte di piatti di carne, pesce o verdure da cucinare in padella. Possiamo persino consumare lo zenzero fresco a fettine o anche candito. Forse, però, una delle ricette più gettonate per godere del sapore e delle proprietà dello zenzero è il suo liquore.

Sarà sufficiente rimuovere la buccia con un pelapatate e tagliarlo a fettine. Poi, mettiamolo in un contenitore a chiusura ermetica comprendo la radice con l’alcol puro al 90%. Lasciamolo macerare al buio per circa tre settimane. Passato questo tempo, filtriamo il liquido che avrà preso una piacevole colorazione giallo chiaro. Dopodiché, creiamo uno sciroppo in casa cuocendo 500 ml di acqua e 400 gr di zucchero e aggiungiamolo all’alcol quando si sarà raffreddato.

Lettura consigliata

Facciamo il pieno di fibre, vitamine e minerali grazie a queste polpette di stagione contro il caldo afoso

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te