Quanto costa piastrellare una cucina o l’angolo cottura e ridonare igiene e luce a quest’ambiente domestico?

La cucina, o l’angolo cottura, rientra sicuramente tra gli ambienti di casa maggiormente soggetto a usura o che può richiedere un intervento di rinnovamento.

Di fondo ci sono le stesse considerazioni che possono, ad esempio, riguardare anche il bagno. Ambienti dove l’igiene deve essere massimo e dove gli “odori forti” tendono a impregnarsi alle stesse mura nel corso del tempo. In tutti questi casi allora la parola d’ordine è: rifare ex-novo.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Vediamo quindi quanto costa piastrellare una cucina o l’angolo cottura e ridonare igiene e luce a quest’ambiente domestico.

Gli elementi che influenzano la spesa finale

Si tratta di un intervento non completamente invasivo perché ad esempio si può trattare di spazi non grandi. Parimenti non si tratta neanche di un lavoro che si svolge in giornata. Va invece pianificato ex-ante in queste direzioni:

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

a) nei tempi: da 1 settimana ai 20 giorni circa, a seconda dei casi e dei lavori complessivi da fare;

b) la tipologia dei lavori da effettuare: semplice sostituzione delle mattonelle o anche altri lavori collegati? Ancora, al termine dei lavori si ritinteggiano le mura o si lascia la vecchia pittura? E così via;

c) tipologia e natura dei lavori di levigatura e/o massetto da apportare all’ambiente;

d) i nuovi materiali da acquistare. Tra le varie opzioni menzioniamo quelle  più diffuse, tra cui le piastrelle da cucina in ceramica, in bicottura e quelle in cotto. E poi quelle in maiolica; in gres e in gres porcellanato e così via;

e) le tecniche di posa delle nuove piastrelle.

Vediamo allora quanto costa piastrellare una cucina o l’angolo cottura e ridonare igiene e luce a quest’ambiente domestico

Manco a dirlo, tipologia, natura e complessità dei 5 parametri su esposti influenzano direttamente la spesa finale complessiva. La quale dipende anche dalla superficie complessiva da rimettere a nuovo: solo 6 mq o un ambiente da 25 metri quadrati?

Ad essi vanno poi aggiunti i costi per le maestranze: sul mercato essi variano da un minimo di 15 euro al mq fino ai 65 euro al mq.

Quest’ampio range è funzione della modalità di posa prescelta dal committente. La tecnica di posa più economica è quella semplice, dritta, classica e lineare. Già scegliendo la posa del tipo in diagonale si sale di norma a 20-25 euro/mq. Infine una creazione del tipo a mosaico (esteticamente molto bella) rientra tra le più costose, a volte anche intorno ai 100 euro/mq.

La morale è semplice: le tecniche di base, semplici ed elementari costano meno; quelle belle e complesse salgono nei loro costi di realizzazione.

Per quanto riguarda il massetto (se l’opera riguarda appunto il pavimento), il budget da tenere a mente è sui 20-40 euro al metro quadro.

Poi vi è il costo delle piastrelle. Procedendo per valori mediani, quelle in bicottura e in maiolica rientrano tra i prodotti più economici, di norma tra i 10 e i 20 euro al mq. A seguire abbiamo le piastrelle in gres (mediamente dai 15 ai 30 euro), quelle in gres porcellanato (30-50 euro/mq) e infine quelle in cotto, tra i 35 e i 70 euro/mq.

Licenze, progetti e rifiniture varie per rifare un cucinino

Completiamo il discorso in merito a quanto costa piastrellare una cucina o l’angolo cottura e ridonare igiene e luce a quest’ambiente domestico.

Ovviamente nel budget finale dobbiamo far rientrare altre due voci di costo che spesso si tendono a dimenticare o a sottostimare.

Vale a dire le spese per l’eventuale sostituzione di altri pezzi dell’ambiente che presentano usura. Oppure che costa meno ammodernarli nel mentre si effettuano altri lavori. Si pensi ai tubi di un lavandino o alla creazione di un nuovo punto luce, per esempio.

Secondo, i costi levati all’eventuale pitturazione dell’ambiente a conclusione dei lavori. Sarebbe quel tocco di classe in più che renderebbe completamente nuovo l’ambiente. Al riguardo illustriamo in quest’articolo come scegliere e abbinare al meglio i colori di casa e donarle luce nuove.

Ecco dunque illustrato quanto costa piastrellare una cucina o l’angolo cottura e ridonare igiene e luce a quest’ambiente domestico. Infine, qui al link presentiamo delle idee originali su come realizzare una libreria o una parete attrezzata economica in cartongesso.

Consigliati per te