Quando andiamo a sciare ma anche in città, ecco come dovremmo proteggere la pelle da freddo e neve

freddo

Come sappiamo in inverno la pelle è esposta a molti agenti atmosferici come il vento ed il freddo. Oltre alla consueta beauty routine, avremmo bisogno di un booster d’idratazione come ad esempio lo slugging. Essendo arrivata la neve potremmo pensare di andare a sciare in una magnifiche località del Trentino, sebbene gli skipass siano lievitati in tutta Italia. Per trascorrere un weekend sulla neve ma anche se viviamo in città, occorre modificare la nostra skincare quotidiana.

Quando andiamo a sciare ma anche in città, ecco come proteggere la pelle da freddo e neve

Quando le temperature sono molto rigide i vasi sanguigni si restringono e diminuisce l’irrogazione del sangue. Spesso poi quando ci rintaniamo in un bar o in un rifugio oppure tornando a casa, troviamo un ambiente completamente riscaldato e secco. Ecco allora che si verifica una vasodilatazione improvvisa indotta dal caldo. Il sangue viene richiamato in grandi quantità nei tessuti e nei circuiti periferici. L’effetto sulla nostra pelle di questo repentino cambiamento è il rossore che molte volte si sviluppa soprattutto sulle gote.

Come cambiare la skincare in inverno

Nella stagione fredda bisogna modificare alcuni prodotti della nostra beauty routine. Il siero diventa importantissimo in questo periodo dell’anno perché dona idratazione in profondità. La crema che, nella sequenza dei prodotti da applicare viene dopo il siero, può essere di tipo nutriente con una texture più ricca rispetto alle creme idratanti. Fra gli ingredienti must have c’è sicuramente l’acido ialuronico (la nostra riserva d’acqua), l’aloina, gli oli naturali come l’olio di jojoba o d’argan. L’olio di cocco è un ottimo reidratante, mentre l’olio di avocado fornisce un’efficace barriera contro l’aggressione dagli agenti atmosferici.

Se volessimo potenziare la funzione della nostra crema, in commercio troviamo la vitamina E pura sotto forma di perle o in bottigliette con contagocce. La vitamina E è un potente antiossidante e non rende fotosensibile la pelle. Può quindi essere aggiunta alla nostra crema quotidiana e applicata durante il giorno.

La protezione solare

Molti di noi pensano che in inverno quando è nuvoloso non sia necessario proteggerci dal sole. Questo è sbagliato in città ma soprattutto sulla neve. Il riverbero del sole sulla neve è pericolosissimo per la pelle ma anche per gli occhi. Un semplice paragone ci aiuterà a capire quanto sia potente la capacità di riflettere il sole della neve. Mentre la sabbia riflette “appena” il 25% dei raggi UV, la neve ne riflette oltre l’80%. Inoltre, le nubi non riducono nemmeno in parte la capacità riflettente della neve. Dobbiamo quindi applicare una protezione con filtro solare molto elevata +50 sulla neve, inferiore in città ovviamente. La crema solare va applicata dopo la crema idratante almeno un quarto d’ora prima di uscire di casa e poi dopo ogni due ore.
Non dimentichiamo un balsamo con filtro solare anche per le labbra.

Idratarsi correttamente

Sempre utile ribadire che per una corretta idratazione della pelle bisogna bere almeno 1,5/2 litri al giorno. Possiamo comunque idratazione anche tramite zuppe di verdure, brodo caldo e tisane.

Ecco quindi come prenderci cura della nostra pelle, quando andiamo a sciare ma anche in città.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te