Come lavare i cuscini in lavatrice senza rovinarli e senza che si formino brutti bitorzoli

cuscini

Spesso siamo in dubbio su come vadano lavati i cuscini. Meglio lavarli a secco? Si possono pulire a casa o dobbiamo per forza portarli in lavanderia? Non basta far prendere loro aria e metterli al sole? La risposta a queste domande è che, anzitutto, i cuscini certamente vanno lavati, non basta lasciar prendere loro aria. Ma non per questo siamo costretti a rivolgerci sempre a dei professionisti.

Possiamo benissimo lavare i cuscini anche a casa nella lavatrice. Basta utilizzare alcune semplici accortezze per evitare di rovinarli. In questo modo, usciranno dalla lavatrice morbidi come prima e molto più puliti. Vediamo come.

Non usiamo acqua troppo calda e assolutamente no all’ammorbidente

Dato che l’imbottitura dei cuscini, che sia in materiale naturale o fibra artificiale, tende ad essere piuttosto delicata, la prima regola per lavare i cuscini in lavatrice è non utilizzare acqua troppo calda. Possiamo quindi impostare la temperatura a 30 gradi, oppure direttamente sul freddo, specialmente se si tratta di cuscini imbottiti di piuma.

Un’altra regola è di non lasciarci tentare dall’uso dell’ammorbidente: questo, infatti, potrebbe depositarsi all’interno dell’imbottitura rendendo molto più difficile l’asciugatura ed esponendo il cuscino a rischio muffa. In generale, sarebbe sempre meglio limitare molto l’uso dell’ammorbidente quando facciamo il bucato, specialmente se si tratta di asciugamani o capi delicati.

Come lavare i cuscini in lavatrice con centrifuga al minimo e programma per delicati

Inseriamo quindi i nostri cuscini nella lavatrice e aggiungiamo pochissimo detersivo (un cucchiaio andrà bene). Se vogliamo sbiancare meglio il cuscino, evitiamo la candeggina, ma aggiungiamo invece un paio di cucchiai di bicarbonato direttamente all’interno del cestello. Poi impostiamo un programma per il lavaggio dei delicati. Riduciamo al minimo la centrifuga, che non dovrebbe essere a più di 500 giri. Ora siamo pronti a schiacciare il pulsante di avvio.

L’asciugatura è ancora più importante

Abbiamo visto come lavare i cuscini in lavatrice, ma la fase successiva, cioè l’asciugatura, è ancora più importante per la buona riuscita dell’operazione. Se abbiamo l’asciugatrice, posizioniamovi il cuscino all’interno insieme a un paio di palline da tennis e impostiamo la temperatura al minimo. Ci vorrà un po’ di tempo per asciugare il cuscino, ma ne varrà la pena.

Se non abbiamo l’asciugatrice, posizioniamo il cuscino su una superficie piatta in un luogo asciutto e ventilato (non appendiamolo per gli angoli o potrebbe sformarsi). Attendiamo poi che sia completamente asciutto anche all’interno. Possiamo posizionarlo anche vicino alla stufa, al camino o al termosifone, ma mai direttamente sopra, perché potrebbe rovinarsi. Il cuscino tornerà pulito, morbido e profumato come appena comprato.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te