Quali sarebbero le cause della diarrea estiva e combatterla con rimedi naturali

Intestino e stomaco sono spesso soggetti a disturbi che possono avere cause molto diverse. Pensiamo solo che stress, stanchezza o paura hanno la capacità di ripercuotersi sulla fame o sul funzionamento di questo organo. Oltre alla condizione emotiva, però, intervengono altre condizioni tra cui l’alimentazione. Che è tra le più importanti. Quando si soffre di diarrea, le feci si presentano liquide o non completamente formate. Inoltre, uno dei sintomi di chi soffre di questo problema è che la necessità di evacuare ha frequenza maggiore durante il giorno. In estate i problemi intestinali potrebbero presentarsi con una frequenza maggiore rispetto al resto dell’anno.

Vediamo, dunque, quali sarebbero le cause della diarrea estiva e come riuscire a ristabilire l’equilibrio del nostro stomaco con alcuni accorgimenti e rimedi naturali. Infatti, la diarrea nasce spesso da un’alterazione della flora intestinale. Questa si compone del microbiota, ossia l’insieme di microrganismi che vivono nell’intestino e sono fondamentali per il suo funzionamento.

Quali sarebbero le cause della diarrea estiva e come combatterla con rimedi naturali

I motivi per cui molte persone soffrono di diarrea nel periodo estivo derivano da vari fattori. Gli sbalzi termici caldo/ freddo, per esempio, sono tra questi. Il passaggio tra spazi esterni molto caldi e ambienti interni con aria condizionata può creare congestioni e problemi di stomaco. Il caldo, invece, favorisce il deperimento e la fermentazione degli alimenti che non si conservano in modo ottimale oltre al proliferare di batteri. Questo potrebbe indurre a leggere intossicazioni alimentari o a un alterazione della flora batterica. Inoltre, in questa stagione si tende a mangiare cibi crudi, dove la contaminazione è maggiore.

I sintomi generali della diarrea estiva sono feci molli accompagnate da dispepsia, crampi all’addome, meteorismo e improvvisi attacchi per cui recarsi al bagno è immediatamente necessario. In questi casi, per aiutare il corpo bisognerà bere molta acqua per non determinare una dispersione eccessiva di liquidi. Sappiamo bene che in questo periodo il corpo rischia facilmente di disidratarsi causa della sudorazione. È anche bene evitare il consumo di zuccheri, grassi, alcolici, spezie piccanti, latticini e frutta che fermenta facilmente. Ancora, è consigliato ingerire cibi astringenti quali riso o pasta o pane integrali ricchi di fibre. Il succo di mirtillo è considerato un ottimo antibatterico. Stessa cosa per il succo di limone bevuto a digiuno con acqua tiepida che funge da astringente. A questa bevanda si può aggiungere del succo di zenzero che grazie al gingerolo aiuta la flora batterica a rigenerarsi.

Lettura consigliata

Bastano semplici accorgimenti per risolvere i 4 malanni peggiori tipici dell’estate

Il contenuto di questo articolo è stato letto, corretto e approvato dal referente scientifico, Dr. Raffaele Biello.
Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te