Quali alimenti nella dieta potrebbero alleviare i dolori legati alla malattia che può colpire la donna più quali cibi evitare

L’endometrio è una membrana che riveste la cavità uterina. Quando si parla di endometriosi, però, quest’ultimo non si ferma a ricoprire solo l’interno dell’utero ma anche l’esterno, causando forti dolori durante il ciclo mestruale. Di endometriosi non si parla molto, viene considerata una malattia “invisibile”, perché apparentemente dall’esterno tutto può sembrare normale. In realtà può arrivare ad essere invalidante, proprio per questo bisognerebbe fare più prevenzione a riguardo.

In Italia ne sono affette circa il 10-15% delle donne in età fertile, mentre il 30-50% interessa le donne che hanno più difficoltà nel concepire. Oltre ad essere invalidante durante il periodo mestruale, si possono avere dolori anche durante i rapporti con il proprio partner oppure nella defecazione, con comparsa di tracce di sangue nelle feci. Le ricerche sull’endometriosi sono sempre in continuo aggiornamento e si sta cercando di comprendere anche il ruolo che la dieta potrebbe avere in questa malattia.

Quali alimenti nella dieta potrebbero alleviare i dolori legati alla malattia che può colpire la donna più quali cibi evitare

Ci potrebbero essere dei consigli molto utili per quanto riguarda la correlazione dieta ed endometriosi. Tra questi possiamo citare:

  • inserire nel menù settimanale cibi ricchi di omega 3, come pesce azzurro di piccola taglia;
  • favorire spezie come la curcuma o lo zenzero;
  • assumere alimenti ricchi di vitamina D, calcio e magnesio;
  • mangiare cibi che presentano proprietà antiossidanti, frutta di stagione, cereali integrali, in quanto andrebbero a ridurre gli estrogeni.

Gli alimenti da evitare, o comunque da consumare con moderazione, potrebbero essere cibi come merendine, latticini o carni rosse. Alcuni cibi consigliati potrebbero essere: broccoli, avocado, semi, olio d’oliva, lenticchie, ceci, melograno, tonno. Visti e considerati gli alimenti indicati per questa patologia, ed escludendo cibi ricchi di zuccheri oppure alcol, si potrebbe andare a ridurre l’infiammazione. Così facendo, si potrebbe avere una riduzione dei sintomi tipici che sarebbero dolore pelvico, stanchezza, stato di confusione. Oltre all’alimentazione, tutto questo potrebbe essere accompagnato dall’assunzione di integratori. Come dice la parola stessa, l’integratore completa qualcosa che già c’è, quindi un’equilibrata alimentazione. Assumere integratori con quercetina, vitamina D, curcuma, potrebbe aiutare notevolmente la riduzione del dolore.

Abbiamo scoperto quindi cos’è l’endometriosi e quali sarebbero i cibi ricchi di estrogeni che potrebbero andare a peggiorare i sintomi che sono già presenti. Inoltre, abbiamo anche visto quali alimenti nella dieta potrebbero alleviare i dolori tipici della malattia. È bene sempre consultare il proprio medico di famiglia per comprendere la dieta più adatta a noi, soprattutto quando si parla di malattie delicate e particolari come l’endometriosi.

Lettura consigliata

Questo alimento leggero e con poche calorie contiene proprietà che potrebbero essere molto utili non solo a chi soffre di diabete

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te