Quale scegliere tra forno ventilato o statico per una pizza morbida e ben cotta

Per fare la pizza in casa è essenziale conoscere alla perfezione tutti i passaggi da seguire. Grande importanza riveste la preparazione dell’impasto e la sua lievitazione. Quest’ultima deve durare all’incirca 6 ore. Se si rispetterà questo tempo di attesa, si potrà ottenere una pizza soffice come quella delle pizzerie.

Una volta lievitato, stendere l’impasto con le mani, condirlo e metterla in teglia.

Quali fattori considerare per cuocerla correttamente

Quindi, non resta che dedicarsi con cura ad un’altra fase e cioè a quella di cottura, altrettanto importante per ottenere una pizza che non abbia la consistenza di un biscotto. Per farlo, bisogna prima di tutto scegliere una teglia adatta. Si consiglia di usarne una in pietra refrattaria o in ferro, meglio se antiaderente.

Oltre a optare per la giusta teglia, è importante impostare la corretta temperatura e il giusto tempo di cottura. Per decidere ciò, come vedremo, bisogna sapere anche quale scegliere tra forno ventilato o statico per ottenere una pizza perfetta. Prima di tutto, cerchiamo di capire da quali caratteristiche siano distinti.

Che differenza c’è tra forno ventilato e statico?

Sono due tipi di forno che sfruttano diverse tecnologie. Il forno ventilato funziona grazie alla presenza di una ventola, quello statico per irradiazione.

Nel concreto, ciò comporta alcune differenze. Il primo garantisce una cottura più omogenea e veloce. Il secondo una più lenta, che tende ad essere più adatta alle preparazioni che hanno bisogno di lievitare.

Quale scegliere tra forno ventilato o statico per una pizza morbida e ben cotta

La risposta è che è consigliabile cuocere la pizza in forno statico. Quello ventilato è più adatto a preparazioni come biscotti o crostate o anche arrosti di carne e pesce e lasagne.

In mancanza di alternative, è comunque possibile cuocere la pizza in forno ventilato, purché si prendano delle precauzioni e si scelga la giusta temperatura.

A quanti gradi cuocere la pizza fatta in casa e come posizionare la teglia

Per cuocere la pizza in forno ventilato, bisogna impostare una temperatura di 200°, metterla al centro del forno e sfornarla dopo che saranno passati 15 minuti.

In forno statico, invece, bisogna mettere la teglia sul fondo per i primi 5 minuti e solo poi spostarla nella parte centrale. La temperatura da impostare è di circa 225° e, come avevamo anticipato, la cottura dura più a lungo, precisamente 20 minuti di tempo.

Lettura consigliata

Quante calorie hanno Margherita, marinara, capricciosa e diavola

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te