Quale dei due fa più bene alla salute, il vino invecchiato o il vino giovane?

Quale dei due fa più bene alla salute, il vino invecchiato o il vino giovane? La risposta sicuramente ci stupirà non poco.

È meglio il vino bianco o il rosso?

Il vino bianco, si sa, si beve più volentieri durante il caldo estivo, come il rosato d’altronde. Il rosso, decisamente, è il vino dei climi più rigidi. Se dovessimo dire quale dei due ha effetti più positivi per la salute, dovremmo allora propendere per il rosso. Quest’ultimo, in generale, si conserva meglio del bianco e quindi necessita l’aggiunta di una minore quantità di solfiti.

Pur tuttavia, come abbiamo già spiegato in un precedente articolo, ci sono dei vini che sono curati in modo particolare e sono prodotti senza solfiti aggiunti. In questo caso cade la distinzione che stiamo facendo.

Quale dei due fa più bene alla salute il vino vecchio o il vino giovane? Un esempio storico

In questo caso parleremo di vini rossi, perché il vino bianco è meno propenso ad essere conservato e le sue caratteristiche lo rendono diverso dal rosso.

Fra gli appassionati del vino, le bottiglie più amate ed apprezzate sono quelle prodotte qualche anno addietro. Facciamo un esempio prendendo in prestito le uve piemontesi per ragioni storiche. Il Nebbiolo nasce come vino da pasto ben equilibrato, ma si trasforma nel nobile Barolo dopo qualche anno di conservazione in botte. Ed il Barolo ha un una struttura piena, corposa, gusto deciso, diverso dal Nebbiolo di partenza. Potremmo anche aggiungere abbastanza diverso anche nel prezzo. Vediamo quindi quale dei due fa più bene alla salute, il vino invecchiato o il vino giovane.

Alla caccia dei polifenoli

Pur tuttavia, se dovessimo dire se fa più bene alla salute un Barolo invecchiato o piuttosto un Nebbiolo prodotto nell’anno, sicuramente è quest’ultimo che avrebbe la palma della vittoria. I vini giovani infatti sono molto più ricchi di polifenoli, che invece si riducono abbastanza con l’invecchiamento.

I polifenoli sono dei potenti antiossidanti e combattono i radicali liberi, fonte di diverse malattie. Fanno bene al sistema cardiocircolatorio e hanno una funzione neuro-protettiva. Oltre ad essere dei naturali antinfiammatori.

Naturalmente il vino è un alcolico e va bevuto con moderazione.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te