Qualche consiglio utile per chi vuole iniziare a fare trekking e godere dei suoi innumerevoli benefici

Sono tanti gli italiani che quest’anno hanno riscoperto la natura e il suo fascino. Purtroppo, a causa delle limitazioni della pandemia si poteva fare ben poco. Una bella passeggiata lontano da tutti e immersi nella natura, però, era consentita.

Ecco, quindi, che in tanti ci hanno preso gusto e stanno pensando di fare del vero e proprio escursionismo. Una soluzione davvero perfetta per una vacanza in totale sicurezza. Se siamo inesperti, però, meglio cominciare con un po’ di trekking dolce. Più sicuro e adatto anche ai principianti.

Il trekking è un allenamento a costo zero

Come ogni attività fisica aiuta a mantenersi in forma. Stimola la circolazione e fa bene a cuore e polmoni. Se fatto con una certa costanza, è perfetto anche per perdere peso e tonificare il corpo. Però, solo pochi sanno quanti minuti e come bisogna camminare per bruciare 200 calorie in estate. Infatti è necessaria una certa costanza e l’equipaggiamento giusto.

Qualche consiglio utile per chi vuole iniziare a fare trekking e godere dei suoi innumerevoli benefici

Una delle prime cose da considerare quando si comincia a fare trekking è sicuramente l’abbigliamento. Le temperature in montagna possono cambiare velocemente. Preferiamo, quindi, abbigliamento comodo e tecnico. Meglio tenere nello zaino un cambio e dei calzini in più, i nostri piedi ringrazieranno.

Usiamo delle scarpe adatte, non delle semplici scarpe da ginnastica. Quest’ultime, infatti, non sono l’ideale per proteggere le caviglie da eventuali distorsioni. In un precedente articolo abbiamo parlato proprio delle migliori scarpe per viaggi e trekking camminando comodamente su tutti i tipi di terreno alla scoperta dei luoghi e dei cammini più belli d’Italia.

Scegliamo percorsi facili, non in alta quota

È importante avere un’idea del percorso che vogliamo intraprendere. Per cominciare, scegliamo dei sentieri facili e meno faticosi. Magari con una percorrenza di mezz’ora così da abituarci meglio alla fatica del percorso dissestato.

Evitiamo di appesantire troppo lo zaino. Per i primi tempi fermiamoci a dormire in strutture ricettive e non in tenda. Perché l’attrezzatura da campeggio è abbastanza pesante e può affaticarci in un attimo, se non siamo allenati.

Non dimentichiamoci mai la borraccia dell’acqua. Idratarsi è importantissimo.

Ecco, quindi, qualche consiglio utile per chi vuole iniziare a fare trekking e godere dei suoi innumerevoli benefici. Ricordiamoci, però, che non è una gara a chi finisce prima il sentiero. Godiamoci la natura e le sue bellezze e rilassiamoci. Magari esplorando anche posti incontaminati fuori dall’Italia.

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te