Può sorprendere ma sono proprio questi i due alimenti autunnali più ricchi di antiossidanti

Come ogni stagione, anche l’autunno porta con sé tanti alimenti tipici del periodo. Per questa ragione è necessario modificare la propria dieta, integrando i cibi di stagione.

Ovviamente, non è semplice capire quale sia la dieta migliore per ciascuna stagione, infatti l’ideale è rivolgersi a degli specialisti. Saranno loro a indicarci quali sono gli alimenti che dobbiamo consumare in maggiori quantità e quali, invece, abbandonare.

Oggi approfondiamo due cibi molto amati e molto presenti nelle nostre ricette. Scopriremo che hanno una caratteristica positiva che potrebbe farci bene alla salute. Infatti, può sorprendere, ma sono proprio questi i due alimenti autunnali più ricchi di antiossidanti.

Ecco quali sono

Oggi facciamo la conoscenza di carciofi e radicchio rosso. Secondo il Centro di ricerca Alimenti e la Nutrizione, questi sono i due alimenti con l’attività antiossidante migliore. Entrambi, per fortuna, sono reperibili proprio in questo periodo.

Il radicchio rosso, in particolare, si può trovare in due varietà, una tardiva e una precoce. Quella precoce è disponibile a partire da settembre. Quella tardiva, invece, si può trovare nei negozi a partire da novembre. Proprio la varietà tardiva, secondo il Centro di ricerca Alimenti e la Nutrizione, garantisce la maggior quantità di antiossidanti.

Può sorprendere ma sono proprio questi i due alimenti autunnali più ricchi di antiossidanti

Ad avere, però, l’effetto antiossidante maggiore sembra essere il carciofo.

Secondo la fondazione Humanitas, questo alimento potrebbe avere diversi effetti positivi. Ovviamente, c’è l’effetto antiossidante, che è garantito in particolare dalla presenza di vitamina C e vitamina E. Questi due componenti potrebbero inibire l’azione dei radicali liberi sul nostro organismo, e potrebbero quindi rallentare l’invecchiamento delle cellule.

I benefici del carciofo, però, non si fermerebbero qui. Infatti, potrebbe anche aiutare il corretto funzionamento dell’intestino e del metabolismo. Garantirebbe anche una certa tutela della salute delle ossa, grazie alla presenza di vitamina K. Contiene, poi, altri nutrienti che potrebbero esserci utili, come rame, ferro, potassio e manganese.

Insomma, radicchio e carciofi sembrerebbero essere due buoni antiossidanti. Per fortuna non solo sono facilmente reperibili, ma possono essere anche utilizzati in tante ricette.

Il radicchio rosso, ad esempio, è molto utilizzato per impreziosire dei fantastici risotti, ma è anche ottimo alla piastra o in padella.

I carciofi, invece, hanno due preparazioni principali, tipici della nostra capitale. Ci sono infatti i carciofi alla romana e quelli alla giudia. Questi ultimi, in particolare, sono un piatto importante della cucina del ghetto ebraico di Roma. Anche questi, però, hanno una grande varietà di utilizzi alternativi.

Approfondimento

Pochissimi conoscono il segreto per condire i carciofi in maniera inaspettata senza burro o limone.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te