Non servono pastella o uova per carciofi fritti croccanti e dorati ma questi geniali trucchetti e 10 minuti

Dentro un risotto o trifolato in padella, il carciofo è una vera ricchezza in cucina per un gran numero di ricette. Anche pastellati e fritti i carciofi sono un’incredibile ricchezza, specie se si uniscono proteine vegetali e animali.

In genere, infatti, si utilizzano farina e uova per preparare un’ottima pastella in cui far fare un tuffo ai carciofi. Prima di capire con quali ingredienti fare la panatura ai carciofi e prima di friggerli in olio bollente, ecco qualche utile segreto per cuocerli a puntino.

I segreti per una cottura in olio caldo impeccabile

Ognuno ha la sua ricetta per friggere i carciofi e può usare uova, farina di frumento, birra o acqua gassata. Quando la panatura è a base di farina è fondamentale, innanzitutto, bisogna setacciare la farina. Questo gesto è fondamentale per evitare fastidiosi grumi sotti i denti.

Scuotere via l’eccesso di farina prima della frittura aiuta a non sporcare l’olio e a non far bruciare la farina che cadrebbe inevitabilmente sul fondo.

Se non si vuole usare l’uovo, basterà bagnare i carciofi con ingredienti come latte o semplice acqua o aggiungere ingredienti che fanno da collante.

Se optiamo per la pastella, almeno montiamo gli albumi a neve e uniamoli a tuorli e farina. Rispettiamo una temperatura di frittura tra 160 e 180 gradi.

Non servono pastella o uova per carciofi fritti croccanti e dorati ma questi geniali trucchetti e 10 minuti

Tutti i cibi pastellati e fritti sono un’incredibile delizia, ma la difficoltà è ottenere lo stesso gusto senza usare la classica pastella con l’uovo. Per ottenere gustosi carciofi croccanti fuori ma morbidissimi all’interno possiamo scegliere di usare una panatura di sola farina di semola.

Basterà impanare i carciofi nella farina di semola di grano duro e friggerli in abbondante olio di semi di arachidi. Per non far staccare la panatura basterà tenerli a bagno in acqua fino a poco prima di friggerli. Poi, scolarli e passare nella farina solo la quantità da friggere. Ripetere l’operazione per tutti i carciofi.

Possiamo scegliere anche di usare anche il pangrattato, o le sue tante alternative, per polpette e pollo perfettamente croccanti. Si tratta di procedimenti velocissimi, per cui impiegheremo una decina di minuti.

Qualche altra panatura senza uovo

Si può scegliere di usare anche:

  • farina di riso senza glutine;
  • mix di farina e acqua frizzante;
  • pangrattato;
  • farina di mandorle;
  • formaggio;
  • farina di ceci;
  • farina di avena.

Dunque, non servono pastella o uova per carciofi fritti fenomenali, perché basta conoscere questi importantissimi segreti.

Approfondimento

Bastano 6 minuti per farli in padella con una furba aggiunta invece che ripieni

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te