Pochissimi conoscono il segreto per condire i carciofi in maniera inaspettata senza burro o limone

Spesso quando si tratta di cucina la maggior parte di noi si butta sulle solite preparazioni, soprattutto quando si tratta di verdura. Osare però non fa mai male: ci sono infatti innumerevoli ricette da portare sulle nostre tavole che possono rendere le materie prime di stagione particolarmente sfiziose. Abbiamo già fatto un esempio con questo articolo: “Pochi conoscono il gustoso metodo per condire i fagiolini senza aglio, burro o aceto”. Oggi lo facciamo con un altro degli ortaggi più amati di sempre. Infatti in pochissimi conoscono il segreto per condire i carciofi in maniera inaspettata senza burro o limone. Scopriamo insieme come portarli in tavola senza cadere nelle solite banalità.

Quali sono i metodi più comuni

Non tutti amano preparare i carciofi in casa. Infatti questi spesso sono veramente difficili da pulire e da rendere morbidi e appetibili. Esistono però degli step da seguire, ovvero togliere le barbe interne, le foglie più coriacee e le spine. Infine, una volta ottenuti i gambi e i cuori, bisogna passare all’ammollo per non fare annerire i carciofi. Si può usare il limone, ma anche la farina oppure l’acqua frizzante con il prezzemolo.

Una volta che sono pronti si possono saltare in padella con olio o burro oppure li si può impanare e proporre sotto forma di frittura. Per questo processo suggeriamo di usare un prodotto specifico: infatti pochi lo comprano ma questo è l’olio consigliato per friggere secondo la scienza. In alternativa possono essere proposti crudi conditi solo con un filo di olio extravergine di oliva, succo di limone e sale. È consigliata anche una spolverata di grana e una lieve macinata di pepe per completare il tutto.

Pochissimi conoscono il segreto per condire i carciofi in maniera inaspettata senza burro o limone

Se vogliamo portarli in tavola senza cuocere possiamo contare su un ingrediente delizioso, ma spesso ingiustamente dimenticato: la bottarga. Basta quindi prenderne un pezzetto esiccato e grattugiarla sopra, preferibilmente a scaglie più spesse. In alternativa si può anche usare quella polverizzata che si trova nei vasetti di vetro in commercio. Sarà più facile da amalgamare e il sapore di mare risulterà distribuito meglio in tutto il piatto. Anche se generalmente l’abbinamento fra pesce e formaggio è uno dei più temuti nella cucina italiana, qui aggiungere qualche scaglia di grana esalterà ulteriormente la sapidità del piatto.

Approfondimento

In pochissimi conoscono l’incredibile metodo per condire la macedonia di fragole con gusto e raffinatezza senza usare la panna montata o il limone

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te