Pulire i sanitari del bagno ingialliti e incrostati con un economico scarto

Avere una casa pulita è molto importante. Ancor più fondamentale è l’igiene del bagno. La stanza da bagno deve splendere ed anche essere perfettamente igienizzata. In questa stanza, infatti, ci laviamo e ci prendiamo cura della nostra igiene personale. Anche la cucina è un’altra stanza della casa dove si deve avere il massimo dell’igiene. Qui, infatti, maneggiamo gli alimenti che poi ingeriamo e portiamo nel nostro organismo attraverso l’alimentazione. Per questi motivi, bagno e cucina vanno lavati per bene quotidianamente. Se necessario, anche più volte ogni giorno.

L’importanza della pulizia in bagno

Nel caso specifico del bagno, non ci si deve limitare a pavimenti e sanitari. È bene igienizzare con grande scrupolo ogni oggetto, anche quegli accessori a cui spesso non pensiamo. Ovviamente, il water è di certo la parte della stanza a cui prestare maggior attenzione. Poiché nella tazza riversiamo le nostre deiezioni, è la zona dove prolificano con gran facilità germi e batteri. Tra l’altro, lo sporco che si accumula, associato alla presenza costante di acqua, contribuisce alla formazione di macchie giallognole e incrostazioni.

Macchie, aloni e incrostazioni si formano anche nel lavabo, nel piatto doccia e nel bidet

Macchie giallognole e più o meno grandi, così come aloni grigiastri e bruttissime incrostazioni, non sono però prerogativa unica del water. Purtroppo si formano infatti anche nel lavabo, nel piatto doccia e nel bidet. In pratica, sulle superfici di tutti i sanitari. Con il passare del tempo, questi si opacizzano e si macchiano. Già dopo appena qualche anno dall’entrata nella nuova casa, non ci ricordiamo più di com’erano bianchi e lucenti all’inizio.

Ovviamente, in commercio si trovano tanti prodotti per la pulizia profonda dei sanitari. Inoltre, c’è anche chi usa la candeggina e chi addirittura l’acido muriatico. Ma non c’è bisogno di utilizzare sempre prodotti costosi né eccessivamente aggressivi.

Pulire i sanitari del bagno ingialliti e incrostati con un economico scarto

Il metodo che stiamo per suggerire ai nostri Lettori potrà sembrare strano, eppure chi lo ha provato è ampiamente soddisfatto. Bisogna utilizzare i fondi di caffè. Proprio quelli che normalmente utilizziamo come concime per l’orto e per nutrire piante e fiori. Ecco come fare. Anzitutto, dopo ogni moka o caffè con la macchinetta, dovremo conservare i fondi della polvere di caffè. Al momento delle pulizie, basterà strofinarli sui sanitari utilizzando una spugna intrisa di acqua calda. In caso di macchie molto evidenti e di incrostazioni persistenti, è bene agire in maniera più potente.

Prepariamo un composto che riesca ad eliminare il calcare stagnante e, al tempo stesso, anche i cattivi odori. Prendere una bacinella e versarvi dentro 1 litro di acqua tiepida. Unire quindi un abbondante cucchiaio di fondi di caffè. Mescolare per bene e poi versare il tutto all’interno del water, del lavabo o del bidet. Far agire per 15 o 20 minuti circa e poi procedere con la consueta pulizia. Per ottimi risultati duraturi nel tempo, l’ideale sarebbe ripetere il trattamento un paio di volte a settimana. Ecco quindi come pulire i sanitari del bagno ingialliti e incrostati a costo zero.

Lettura consigliata

Basta una bustina per pulire il wc eliminando macchie gialle, puzza e incrostazioni senza bicarbonato, candeggina né acido citrico

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te