Prova a bere acqua alla giapponese e vedrai immediatamente i risultati sulla tua linea

Ci saranno dei motivi effettivi per i quali i giapponesi sono uno dei popoli che soffre meno di obesità e sovrappeso. Alcuni li abbiamo già trattati su queste colonne, con gli articoli degli esperti della nostra redazione, come ad esempio l’alimentazione a base di alghe. Sicuramente poi concorre alla silhouette del popolo del Sol Levante la preponderanza di pesce e riso in bianco nella dieta quotidiana. Ma un’altra spiegazione tecnica sì cela addirittura dietro il loro modo di bere. Prova a bere acqua alla giapponese e vedrai immediatamente i risultati sulla tua linea, come potrai leggere in questo articolo.

Il significato di bere acqua alla giapponese

Innanzitutto, bere acqua alla giapponese è una tradizione antichissima, ma tutt’ora sostenuta dai più importanti istituti di medicina locali. Significa seguire una dieta a base di acqua che si sviluppa solo ed esclusivamente in alcuni momenti della giornata. Il che si traduce bevendo appena svegliati e proseguendo a ritmi cadenzati e regolari fino a sera, col compito di perdere peso.

Come inizia la giornata

Prova a bere acqua alla giapponese e vedrai immediatamente i risultati sulla tua linea, assumendo 4 bicchiere d’acqua appena alzati, a stomaco vuoto. Fondamentale risulta il tempo rallentato col quale beviamo i quattro bicchieri, facendo passare anche un paio di minuti tra uno e l’altro. La colazione dovrà rigorosamente cominciare dopo 45 minuti dall’ultimo sorso. Se, per motivi di lavoro non abbiamo il tempo materiale di attendere, possiamo partire con metà dell’acqua e metà del tempo. L’acqua deve essere a temperatura ambiente e possibilmente decalcificata.

Come prosegue la giornata

L’acqua della colazione è la parte più importante della giornata se vogliamo perdere peso, ma dobbiamo attenerci scrupolosamente anche a tutti gli altri passaggi quotidiani. Uno di questi prevede che si possa tranquillamente bere anche durante i pasti, ma seguendo comunque un’alimentazione corretta che favorisca il metabolismo. Ricordiamo infatti il principio fondamentale secondo cui un corpo disidratato fatica molto di più a disintossicarsi ed eliminare i grassi. Bere alla giapponese durante tutta la giornata, in maniera lenta, ma continua garantirà al nostro corpo un’azione depurativa e dimagrante.

Quanta acqua bisogna bere

Questa cura prevede che si bevono in totale 2 l d’acqua, divisi equamente tra mattina, pomeriggio e sera. Così facendo permettiamo al sangue di continuare a fluire incessantemente, trasportando acqua al nostro sistema nervoso, a rigenerare i muscoli e a ridurre i depositi di grassi nell’intestino. Ricordatevi che è basilare che assumiamo l’acqua in maniera rallentata, quasi gustandola, per raggiungere il maggior risultato possibile!

Approfondimento

La ricetta del limoncello fatto in casa

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze a riguardo, consultabili qui»)

Scopri Plus500
Scopri Plus500

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.