Il segreto per un ottimo limoncello fatto in casa

Acqua, zucchero e scorza di limoni. E ovviamente alcol. Tutti qui gli ingredienti del limoncello, uno dei superalcolici, si fa per dire, più amato degli italiani. Potremmo tranquillamente affermare che il limoncello sta agli italiani, come il whisky agli scozzesi, col gradimento anche di una bella fetta di pubblico femminile. Al termine di una pizza, non c’è locale della penisola che non offra il bicchierino di limoncello per chiudere il conto. Uno dei tanti vanti del nostro splendido paese, fucina di produzioni di altissimo livello. La ricetta originale prevede l’utilizzo del limone di Sorrento, prodotto tutelato dal marchio di qualità. Un limone ricco, abbondante e ricco di nutrienti. Oggi la nostra redazione vi svela il segreto per un ottimo limoncello fatto in casa, da offrire ad amici e parenti. Anche adesso, col caldo, bevuto freddo, è sempre un degno finale dei nostri pasti estivi.

Una preparazione semplice ma meticolosa

Armatevi di pazienza, se intendete produrre il limoncello in casa, perché, come tutti i grandi superalcolici, ha bisogno di invecchiare. Nel suo caso ciò è dovuto all’alcol che, impregnandosi nelle scorze del limone, ne sostituisce gradualmente la quota d’ acqua. Attenzione però che il segreto per un ottimo limoncello fatto in casa è acquistare limoni da coltura rigorosamente biologica. Il prodotto infatti non deve aver subito trattamenti chimici. Otterrete un gran limoncello coi limoni originali di Sorrento. Nel caso in cui non riusciste a procurarveli, l’importante è che siano grandi e con la buccia spessa.

Gli ingredienti del nostro limoncello

Finanzia le società che investono nel campo immobiliare. Bridge asset offre rendimenti superiori al 10,50%

Scopri di più

Puoi finanziare partendo da soli 500€!

  1. 10 limoni o in alternativa 350 grammi circa di scorze;
  2. 800 grammi di zucchero;
  3. 1 litro di alcol puro al 95%;
  4. 1,2 litri di acqua.

La ricetta e le sue fasi

Per prima cosa dobbiamo lavare i limoni, e, col pela patate, eliminare la scorza gialla, mantenendo attaccata al limone però la parte bianca più vicina alla polpa. Un piccolo trucco per evitare l’acidità del nostro limoncello. Una volta tagliate le scorze a strisce, inseriamole in un contenitore di vetro a chiusura ermetica che contenga l’alcol. Facciamo riposare per 72 ore in un luogo buio e fresco. Ricordiamoci di andare a scuotere il contenitore un paio di volte al giorno per far sì che l’alcol penetri nelle scorze.

Dopo i tre giorni, prendiamo una pentolina con lo zucchero e l’acqua e mettiamo a bollire fino allo scioglimento dello zucchero. A prodotto freddo, aggiungiamo alcol e scorzette, mescolando con cura. Trasferiamo il tutto nelle bottiglie sterilizzate e lasciamo riposare per 45 giorni in un luogo asciutto. Trascorso questo periodo il vostro limoncello sarà pronto da conservare in frigo e in grado di soddisfare le vostre esigenze!

Approfondimento

Parmigiana di melanzane light

Bridge Asset
Bridge Asset

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.