Perché le castagne gonfiano la pancia e come evitarlo

Le castagne sono deliziosi frutti autunnali, da gustare in mille modi. Si prestano a varie ricette calde, sia dolci che salate, e ad essere consumate come merenda, fresche, bollite o arrosto. Hanno la capacità di saziare molto, grazie all’alto contenuto di fibre e di oligosaccaridi.

Per lo stesso motivo possono però causare uno spiacevole effetto collaterale in alcune persone. Un effetto simile a quello dei legumi: gonfiore, aria nella pancia, meteorismo e tutto ciò che ne consegue. I nostri Esperti spiegano perché le castagne gonfiano la pancia e come evitarlo.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

I consigli utili che non prevedono la rinuncia

Esclusi, naturalmente, i soggetti allergici o affetti da patologie specifiche, non c’è motivo per rinunciare alle castagne. Sono un cibo sano e molto energetico, con buone proprietà nutrizionali.  Contengono antiossidanti, in particolare vitamina C, acido ellagico e acido gallico. La vitamina C si perde con la cottura, mentre le altre due sostanze aumentano di concentrazione.
Le castagne sono inoltre una buona fonte di potassio e altri sali minerali come magnesio, fosforo, calcio, zolfo. Sono infine ricche di vitamine del gruppo B, incluso l’acido folico.

Come anticipato, questi frutti sono fatti di carboidrati complessi, molte fibre e pochi grassi. Significa che una piccola quantità può apportare energia di lunga durata, saziare e favorire il buon funzionamento dell’intestino. Le fibre sono essenziali per questo, ed è possibile allenare il corpo a tollerarle meglio.

Correggere gradualmente la dieta

Se la dieta è povera di fibre e si vorrebbe aumentarne l’assunzione, conviene andare per gradi.

Promuovendo la regolarità intestinale, ne gioverà la salute a tutto tondo.

Ecco perché le castagne gonfiano la pancia e come evitarlo: bisogna abituarsi in modo delicato alle fibre e stimolare la digestione.

Esattamente come accade con i legumi, le persone che ne consumano regolarmente e mangiano anche molta verdura, li tollerano meglio. Perché l’intestino è in perfetto stato. Ma per arrivarci è meglio partire da piccole quantità.

Anche gli abbinamenti incidono sulla digeribilità degli alimenti. Un singolo alimento sano consumato nel contesto di una dieta squilibrata, non offrirà molti benefici.

Nel caso delle castagne, visto che contengono carboidrati e fibre, l’ideale è abbinarli a fonte di proteine. Se si mangiano già le castagne, è meglio non esagerare con pane e pasta che a loro volta contengono carboidrati.

La masticazione è importantissima, perché è la prima fase della digestione. Mangiare lentamente e masticare a lungo ogni boccone evita inoltre l’eccesso di aria.

Cosa fare in caso di gonfiore e dolore addominale

Chi tende ad accumulare aria nella pancia potrebbe seguire i nostri consigli e consumare le castagne in quantità moderate.

Se nonostante la moderazione si accusano fastidi di questo tipo, è possibile che ci sia un’infiammazione in corso o un’intolleranza. A questo punto servirà il parere di un medico ed eventualmente un cambiamento nella dieta, anche momentaneo.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te