Perché l’ananas non accelera il metabolismo e non fa dimagrire

Qualcuno è ancora a caccia del cibo “miracoloso” che ci faccia dimagrire all’istante. E ritiene che l’ananas, un alimento con ottime proprietà benefiche e dal gusto unico, possieda delle virtù che nessun alimento ha. Cioè quella di accelerare il metabolismo e far dimagrire.

Ecco perché è importante sfatare questo mito molto diffuso, con l’aiuto degli Esperti di ProiezionidiBorsa. E con le informazioni fornite dal Programma in Scienza della Nutrizione dell’Istituto Europeo di Oncologia di Milano.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Acquista lo smartwatch XW 6.0 con il 70% di sconto

Scopri ora l'offerta

Smartwatch

Un frutto straordinario

Perché l’ananas non accelera il metabolismo e non fa dimagrire. L’ananas contiene una sostanza che racchiude enzimi dalle interessanti qualità, come la bromelina, capace di coadiuvare le attività digestive. Scompone le proteine introdotte col cibo ai pasti e ne facilita l’assorbimento, velocizzando la digestione.

Nasce qui l’equivoco. Accelerare il metabolismo significa velocizzare l’estrazione e l’elaborazione dell’energia presente negli alimenti. Tutto questo però, non ha nulla a che vedere con la capacità di “bruciare i grassi” di cui si sente parlare.

Perché l’ananas non accelera il metabolismo e non fa dimagrire

L’ananas crudo è un frutto straordinario. Possiede, infatti, proprietà nutritive importanti. Contiene una moderata quantità di zuccheri. E presenta anche un basso indice glicemico. È ricco di tiamina, folati, vitamina C e B6. E anche di manganese e rame.

L’ananas in scatola, invece, è un prodotto totalmente diverso. Subisce profonde e totali modificazioni di tutte le proprietà vantate dal frutto fresco. Viene bollito oltre che sterilizzato. E lavorato con zucchero per aumentare la sua conservazione.

Dunque, se si vogliono bruciare i grassi, non bisogna abbuffarsi di ananas. Né consumarlo sciroppato. Né tantomeno assumerlo sotto forma di beveroni o integratori. Meglio, invece, mangiarlo crudo. Senza abbuffarsi. Dobbiamo contare le calorie della porzione assunta all’interno di un programma dietetico. E soprattutto rassegnarci a svolgere un moderato e costante esercizio fisico tre volte alla settimana.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te