Ancora pochi giorni per chiedere l’esonero dal pagamento del Canone RAI 2021 all’Agenzia delle Entrate

Nei casi in cui sia presente l’utenza elettrica senza il possesso di un televisore, è possibile richiedere l’esenzione dal pagamento del Canone RAI. Oltre la scadenza prevista si potrà ugualmente richiedere una esenzione esclusivamente per il secondo semestre. Vediamo di seguito quali sono le date da ricordare e le condizioni di ammissibilità dell’esonero.

A quanto ammonta la quota annuale del Canone RAI e come si paga solitamente

Esistono diverse situazioni che possono determinare l’esonero dal pagamento del Canone RAI. Questo balzello, che raggiunge la quota di 90 euro annui, solitamente si paga mediante addebito sulle fatture della fornitura elettrica. La distribuzione della quota, nella generalità dei casi, avviene su dieci rate che coprono l’ammontare della spesa nel periodo che va da gennaio ad ottobre. Chi non ha l’obbligo del versamento deve sapere che mancano ancora pochi giorni per chiedere l’esonero dal pagamento del Canone RAI 2021 all’Agenzia delle Entrate. Nella presente guida vogliamo occuparci in particolar modo di coloro che non possiedono alcun apparecchio TV in casa ed intendono chiedere l’esonero dal versamento.

OFFERTA SPECIALE - POCHI PEZZI DISPONIBILI
One Power Zoom: i veri occhiali con lenti autoregolabili - Due al prezzo di uno

CLICCA QUI

Come presentare la domanda di esonero in caso di utenza elettrica senza apparecchi televisivi

La persona che risulta intestataria di un’utenza elettrica ma non possiede un apparecchio televisivo ha la possibilità di non pagare il Canone RAI. Tale esenzione è fruibile solo nella misura in cui si presenta la relativa istanza all’Agenzia delle Entrate. Quest’anno, coloro che rientrano nella rosa dei possibili beneficiari avranno tempo fino al 31 di gennaio per presentare la domanda. In tale maniera, se la domanda riceve accoglienza, si beneficia dell’esonero per l’intero periodo di imposta. Mancano ancora pochi giorni per chiedere l’esonero dal pagamento del Canone RAI 2021 all’Agenzia delle Entrate dunque. Destino diverso si riserva a chi presenta l’istanza successivamente a tale data. Nello specifico, chi invierà la domanda tra i 1° febbraio e il 30 giugno, potrà ricevere l’esenzione esclusivamente per la seconda parte dell’anno.

La presentazione del modello di richiesta può avvenire direttamente da parte del contribuente o per mezzo di un intermediario. Relativamente alle possibilità di invio della domanda, l’interessato può utilizzare diverse modalità distinte in base alle proprie preferenze: inviare una PEC con firma digitale all’indirizzo cp22.sat@postacertificata.rai.it, oppure inviare la richiesta tramite servizio postale. In questo secondo caso, l’indirizzo al quale si dovrà inviare l’istanza corredata da una copia di documento di identità è il seguente: Agenzia delle Entrate – Direzione Provinciale I di Torino. S.A.T. – Sportello Abbonamenti TV – Casella postale 22 – 10121 Torino. Ultima alternativa consiste nella consegna del modulo brevi manu presso un ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate laddove possibile. Dunque, mancano ancora pochi giorni per chiedere l’esonero dal pagamento del Canone RAI 2021 all’Agenzia delle Entrate in caso di utenza elettrica senza apparecchi televisivi. Chi intendesse ricevere l’agevolazione per l’intero anno, dovrà provvedere quanto prima ad inviare il modulo.

Approfondimento

Come disdire il Canone RAI all’Agenzia delle Entrate per decesso

Consigliati per te