Per pareti pulite e senza condensa prepariamoci a contrastare l’umidità con 3 pratici metodi

L’umidità oltre ad essere la nemica numero uno delle pareti della nostra casa lo è anche per la nostra salute e per le nostre ossa. Vivere, infatti, in un ambiente troppo umido può essere molto dannoso per la nostra salute. Infatti, come effetti nocivi di troppa umidità in casa vi è il proliferarsi di muffe che possono causare gravi allergie.

A risentire poi delle conseguenze dell’umidità sono soprattutto i bambini e gli anziani che possono soffrire di asma e danni funzionali respiratori. L’eccesso di umidità è solitamente determinato da muri umidi, da infiltrazioni o risalita dal terreno o ancora dall’insufficiente drenaggio dell’acqua piovana, ma potrebbe bastare davvero poco per risolvere il nostro problema. Difatti, per pareti pulite e senza condensa prepariamoci a contrastare l’umidità con 3 pratici metodi che tra poco illustreremo.

Come deve essere l’ambiente in casa?

Tuttavia, è bene precisare che anche un ambiente estremamente secco può determinare danni alla salute. Infatti l’Organizzazione Mondiale della Sanità consiglia il tasso ideale da mantenere nella nostra abitazione.

In particolare con una temperatura tra i 20-24 gradi, sarebbe opportuno mantenere un tasso di umidità intorno tra il 40 e il 60%. Pertanto, eliminare l’umidità in casa non sempre comporta benefici. Quindi, come in tutte le cose della vita, in media stat virtus.

Prima di arrivare a rimedi tecnici e dispendiosi, si può provare con dei rimedi naturali che magari, pur sembrando banali, potrebbero risolverci il problema. Infatti, piccolissimi accorgimenti potrebbero rivelarsi davvero efficaci.

Per pareti pulite e senza condensa prepariamoci a contrastare l’umidità con 3 pratici metodi

Tra questi il primo fra tutti, ma che spesso dimentichiamo di fare per pigrizia o perché non tolleriamo l’aria fredda, è quello di areare. Nonché attirare o risucchiare l’umidità. Quando apriamo le finestre, infatti, si determina un ricambio dell’aria e un conseguente miglioramento della stessa.

Facciamo, quindi, entrare la luce del sole aprendo tende e tapparelle. Apriamo le finestre anche in bagno e utilizziamo una cappa da cucina quando si cucina per assorbire il vapore prodotto.

Inoltre, in bagno come in altre camere umide potremmo anche utilizzare delle piante cattura umidità, rendendo il nostro ambiente anche più elegante. A tal proposito per rendere il bagno un’oasi rilassante e purificare l’aria bastano queste 2 piante eleganti.

Un altro rimedio che sembrerebbe efficace e che tutti abbiamo in casa è il bicarbonato. Questo infatti, potrebbe aiutare a rimuovere le macchie di muffa ed assorbire anche parte di umidità. Per testarlo, basterà metterne 5 cucchiai circa in una ciotola e coprirla con un canovaccio. Allo stesso modo possiamo utilizzare il sale grosso. Infine, un altro rimedio naturale che potrebbe aiutare è la gomma arabica con la quale riempiremo la casa anche di un buon profumo.

Approfondimento

Queste sono le regole per risparmiare in bolletta, se si utilizza un climatizzatore

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te