Per non trovare in primavera un prato rovinato ecco cosa occorre fare in questa stagione

Per tutta l’estate abbiamo ha curato e accudito il nostro giardino e in particolare il nostro prato. Ci abbiamo giocato, preso il sole, magari anche guardato le stelle nelle notti estive. Naturalmente d’inverno il giardino e il prato vengono utilizzati molto meno, ma non significa che debbano essere trascurati.

Perché non bisogna mai trascurare il giardino, specialmente d’inverno

Il prato, in particolare, deve avere un minimo di manutenzione anche d’inverno, per evitare che in primavera si presenti in cattive condizioni. Anche se il giardino d’inverno non viene utilizzato moltissimo, comunque un minimo di cura è necessaria. Per non trovare in primavera un prato rovinato ecco cosa occorre fare in questa stagione.

Durante l’inverno occorre curare le piante sottoposte al freddo e alle intemperie, se necessario proteggerle. Per avere un giardino magnifico non serve necessariamente avere il pollice verde, basta avere un po’ di volontà e seguire i giusti suggerimenti. I nostri Esperti danno importanti consigli in questo articolo: “Per rendere il giardino un’oasi di bellezza ecco la fantastica soluzione adottata da molti”.

Per non trovare in primavera un prato rovinato ecco cosa occorre fare in questa stagione

Ovviamente il prato è una delle parti più importanti, se non la componente più importante del giardino. È inutile avere delle bellissime piante se si ha un prato brutto. Il prato si rovina d’inverno se non viene fatta una minima manutenzione e una volta sciupato poi diventa difficile recuperare i danni.

Il prato in inverno subisce molti stress termici, inoltre soffre anche della minore illuminazione del sole. Le foglie cadute possono creare ombra al prato e quindi rendere problematica la respirazione dei fili d’erba.

La prima e fondamentale operazione da fare è concimare il prato con il potassio. Il potassio è fondamentale soprattutto per la salute delle radici. Inoltre riduce gli effetti negativi del freddo e aiuta il prato a mantenere la sua colorazione verde all’arrivo delle prime gelate. Il concime ideale dovrebbe contenere 20/25 unità di potassio e una buona quantità di azoto.

La concimazione è un’operazione delicata e spesso si commettono degli errori banali che fanno morire le piante. Ne parliamo in questo articolo: “I 3 comunissimi errori di concimazione che fanno morire alcune delle più belle piante della casa e del giardino

Il manto erboso deve respirare

Un’altra operazione molto importante è la pulizia del prato. Le foglie cadute possono impedire di respirare al manto erboso e quindi vanno rimosse. È utile rimuovere anche il muschio che si forma. Chi ha un prato dovrebbe pulirlo almeno una volta ogni 7-10 giorni.

Il manto erboso deve respirare specialmente in inverno. Ecco perché diventa importante fare dei buchi sul terreno per arieggiarlo. Per questa operazione basta un bastoncino da infilare nel terreno in profondità per 3-4 cm. Sono sufficienti 10-12 buchi per metro quadro

Infine, per mantenere un prato sano, d’inverno è necessario sospendere alcune operazioni, come l’irrigazione e il taglio. Infatti l’acqua potrebbe far gelare le radici in profondità e causare la morte di parte del manto erboso. Inoltre è sufficiente fare un taglio in autunno a 4 cm.

Approfondimento

Come evitare che questa pianta molto amata e diffusa nelle case possa ammalarsi e perdere le foglie

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te