Per gli gnocchi di patate, questo impasto nutriente e saporito renderà la ricetta più sfiziosa

Oltre la pizza e il tiramisù, un piatto che è famoso in tutto il Mondo e replicato in tante tavole è lo gnocco di patate. Una pietanza a bassissimo costo che accontenta tutti i palati, anche quelli dei più piccini, perché ha un sapore molto delicato. Rappresenta anche un perfetto salvacena, o pranzo, veloce da fare e soprattutto presuppone pochissimi ingredienti, che spesso abbiamo in dispensa. Inoltre, avendo un gusto abbastanza neutro è adatto per tutti i tipi di sugo e condimenti. Ottimo da fare in bianco con burro e salvia, al pomodoro, al ragù, con il pesce, al pesto, con le verdure saltate in padella. Le varianti fin dal ‘500 sono svariate e tutte degne di nota, come quelli di pane, simili ai canederli tedeschi, con la ricotta, di zucca, di semolino, all’acqua.

Ma gli gnocchi con le patate risalgono più o meno alla fine del 1700, al periodo della carestia. L’introduzione della patata lessa era in aggiunzione all’impasto all’acqua ed altri svariati ingredienti. A fine del 1800 Pellegrino Artusi descrive una simile ricetta minimalista, con patate e farina.

Per gli gnocchi di patate, questo impasto nutriente e saporito renderà la ricetta più sfiziosa

Per realizzare degli gnocchi lisci e sodi, servono delle buone patate vecchie lesse, più farinose, farina e pochissime uova. Una volta realizzato l’impasto, basterà creare un rotolone da tagliare a piccole rondelle, da schiacciare con un dito per dare la tipica forma liscia, o con una forchetta per farli rigati.

Per gli gnocchi di patate, questo impasto nutriente e saporito renderà la ricetta più sfiziosa. Per un sapore più particolare, una variante spettacolare è realizzarli con la farina di ceci, acqua, olio extravergine d’oliva e sale. Adatti a chi ha intolleranze al glutine o è vegano e non mangia le uova. Si realizzano poi allo stesso modo, ma hanno un gusto più deciso e nutrimenti da non sottovalutare. Basteranno circa 5-6 minuti di cottura in acqua bollente, per poi versarli in padella con il condimento scelto. Anche in questo caso esistono le varianti, ovvero potremmo aggiungere un uovo nell’impasto, ogni 400 gr di farina di ceci, oppure ricotta o una patata lessa. Se volessimo conservarli crudi, possiamo farlo per massimo un giorno in frigo e 2 mesi in freezer.

Proprietà

I ceci sono legumi molto utilizzati in Italia, possiamo trovarli in vendita già bolliti e conditi, a vapore, secchi. 100 gr di prodotto contengono più del 50% di acqua, quasi 6 gr di fibre, 16 gr di amido, 7 gr di proteine, oltre che pochi carboidrati, zuccheri, lipidi. Sono un alimento ricco di potassio, fosforo, calcio, fonte anche di vitamina B e omega 3. Inoltre contengono le saponine, utili a tenere sotto controllo i livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te