Per abbattere il rischio di infarto e ictus potrebbero aiutarci 150 grammi settimanali di questi 2 frutti

La simbologia associa alla frutta secca fortuna economica e salute di ferro. Specialmente nei Paesi del Nord Europa, questo legame è molto sentito, e non a caso. Dietro leggende e miti, come spesso accade, ci sono delle solide verità. Oggi vediamo come una recente ricerca abbia svelato il portentoso effetto di noci e arachidi sul nostro cuore. Sebbene siano frutti piuttosto calorici, se consumati con consapevolezza possono essere farmaci naturali, alleati nella prevenzione alle malattie cardiovascolari. Lo studio in questione rivela che per abbattere il rischio di infarto e ictus potrebbero aiutarci 150 grammi settimanali di questi 2 frutti secchi. I numeri a cui i ricercatori sono arrivati hanno dell’incredibile e ci convinceranno subito ad arricchire la nostra dieta di noci e arachidi.

Per abbattere il rischio di infarto e ictus potrebbero aiutarci 150 grammi settimanali di questi 2 frutti

Secondo la ricerca, mangiare noci e arachidi riduce il rischio di mortalità generale e il rischio specifico di malattie cardiovascolari. A sostenerlo è uno studio portato avanti dai ricercatori del Vanderbilt University Medical Center (Tennessee) e prontamente riportato dalla Fondazione Veronesi. Lo studio ha coinvolto un campione di popolazione di circa 200.000 persone, di etnie differenti. Circa 70.000 erano americani, di origine Africana ed Europea, mentre circa 130.000 erano asiatici.

In tutti i gruppi etnici la ricerca ha mostrato una sensibile diminuzione del rischio di mortalità per le persone avvezze a consumare noci e arachidi. Nello specifico, il rischio di mortalità generale diminuiva del 17-21%. Mentre, il rischio di mortalità causata da infarto o ictus diminuiva del 23-38%. Lo studio arriverebbe a ipotizzare anche una relazione tra consumo di arachidi, prevenzione tumorale e diminuzione del rischio di diabete di tipo 2. Su quest’ultimo punto, però, i dati non sono limpidi ed è presto per arrivare a conclusioni che risulterebbero affrettate.

Quante noci e quante arachidi consumare a settimana per avere un cuore di ferro

La ricerca spiega che gli effetti benefici di noci e arachidi sul cuore sono dovuti alla qualità dei nutrienti presenti in questi frutti. Parliamo, nello specifico, di grassi insaturi, vitamine, fibre, arginina e fitochimici, ma anche delle proprietà antiossidative ed antinfiammatorie. Per ottimizzare gli effetti di questi nutrienti, il quantitativo consigliato di noci e arachidi è pari a quattro porzioni settimanali. Per una porzione di noci si intendono circa 42 grammi. Quindi, per migliorare la salute del nostro cuore, potrebbero aiutarci 150 – 160 grammi di noci a settimana. Chiaro è che parliamo di noce e arachidi al naturale, dunque senza aggiunta di sale o altri ingredienti.

Approfondimento

Ecco quanti passi fare al minuto affinché camminare faccia dimagrire velocemente e rinforzi il cuore

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te