Olio di ricino prodotto di bellezza dei nostri nonni, alcuni usi alternativi

olio di ricino

L’olio di ricino è un olio vegetale ricavato dalla spremitura dei semi della Ricinus communis, una pianta di origine africana che può presentarsi sotto forma di erba o arbusto. L’olio è un sensazionale prodotto idratante ed emolliente per la pelle. Questo perché è in grado di stimolare sia l’elastina che il collagene combattendo la comparsa delle rughe e rendendo la pelle tonica. Non solo per il viso, ma anche sul decolleté è in grado di contrastare l’invecchiamento quando la pelle diventa crespa. È necessario utilizzare poche gocce mischiandole con acqua di rose e latte di rosa e detergere tramite un’ovatta prima di andare a dormire. Durante la notte agirà con efficacia.

Prima di struccarci, possiamo anche bagnare le ciglia con dell’acqua quindi trattarle con qualche goccia di olio di ricino. L’acqua permetterà alle gocce di penetrare al meglio. Sia per quelle superiori che inferiori basteranno poche gocce che rafforzeranno, idrateranno e nutriranno le ciglia dopo il trucco. Per applicarle al meglio potremmo utilizzare un vecchio scovolino del mascara purché accuratamente ripulito.

Occhi e capelli in piena forma

Olio di ricino prodotto di bellezza da recuperare? Assolutamente sì, i suoi utilizzi sono veramente tanti. Dopo una giornata faticosa e piena di ansie, se ci accorgiamo di avere gli occhi scavati e le occhiaie scure sul viso, oltre a riposare e rilassarci, potremmo usare l’olio di ricino per porre rimedio.

Ne basterà un cucchiaio per massaggiare la zona occhi ed eliminare i segni scuri e le borse della stanchezza. Attenzione che il liquido non vada sugli occhi perché li irriterebbe, se dovesse succedere utilizziamo abbondante acqua fredda per ripulire.

Ansia, stress e stanchezza creano borse e occhiaie sotto gli occhi ma minano pure la salute dei capelli. Doppie punte, tessuto sfibrato, perdita o diradamento sarebbero fenomeni comuni. L’olio di ricino è in grado di rafforzare e nutrire la chioma evitando danni prolungati. Inumidiamo il cuoio cappelluto e spruzziamo con un dosatore spray una miscela di acqua e olio di ricino, quindi massaggiamo per 5 minuti. Per quanto riguarda la quantità della miscela bastano poche gocce e qualche bicchiere di acqua. L’olio è molto denso quindi dovrà comunque essere diluito, ma questa caratteristica permette di utilizzarlo come scrub per impacchi e balsamo dopo lo shampoo. Per ottenere maggiore efficacia asciughiamo con il phon dopo le applicazioni perché il calore renderà i capelli ancora più forti e lucenti.

Olio di ricino prodotto di bellezza contro smog e freddo

Con l’arrivo dell’inverno e del freddo arriveranno le prime screpolature sia sulle labbra che sul contorno bocca. Molti utilizzano il burro cacao, eppure basta una sola goccia di olio di ricino per curare le labbra e idratarle al meglio. E anche la pelle intorno alle labbra smetterebbe di essere secca. Utilizziamo un vecchio flaconcino di gloss lavato con cura e avremo il nostro prodotto da portare comodamente in giro.

Freddo, smog e impurità dell’aria potrebbero colpire molto duramente le nostre unghie che tendono a spaccarsi o a filarsi. Applicando l’olio di ricino così come facciamo per le labbra anche alle cuticole e massaggiando per un completo assorbimento le nostre unghie saranno protette contro gli agenti atmosferici. Anche la crescita sarebbe stimolata se una volta in casa immergessimo le unghie in ammollo in una ciotolina con un composto di olio di ricino e olio d’oliva. 6 minuti sarebbero sufficienti per avere unghie in piena forma prima della manicure.

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te