Occhi stanchi, affaticati e con mal di testa potrebbero essere i segnali di questa patologia che porterebbe a seri problemi di salute    

Il nostro corpo ha modi davvero strani per mandarci segnali che qualcosa non funziona. Lo fa con sintomi particolari che ci dovrebbero mettere in allarme. Va beneOltre i comuni malesseri, se avvertiamo qualcosa di inconsueto, allora faremmo bene a consultare un medico.

Spesso, torniamo a casa la sera con un fastidioso mal di testa, una patologia che colpisce, giornalmente, milioni di italiani. Prendiamo il classico cachet, sperando in un effetto immediato e, magari, ci mettiamo a letto. O ci affidiamo ad una bevanda tanto amata come la tisana, magari abbinata ad un agrume.

Quando andare subito dal medico

Altre volte, il mal di testa si accompagna anche ad una certa irritabilità, sintomi di una sindrome che colpisce uomini e donne. Per non parlare del male alla testa accompagnato da stanchezza e dolori muscolari, segnale di un’altra sindrome che prende di mira, particolarmente, le signore.

Insomma, questo particolare male è spesso la spia che il nostro motore si è inceppato e che dovremmo revisionarlo. Ovvero, trovando il tempo di andare dal medico.

C’è, però, anche un altro tipo di mal di testa, curioso, ma altrettanto pericoloso. Ci sarà, magari, capitato, di avere occhi stanchi, affaticati e con mal di testa. Ecco, se fosse così, dovremmo preoccuparci perché si tratta di segnali di una patologia non simpatica.

Quando il dolore è localizzato non come al solito nella fronte o nella nuca, ma dietro gli occhi potrebbe non essere un caso. Sentiamo un male intenso dietro la pupilla, a volte facendo fatica a tenere aperti gli occhi dalla pena inflitta.

Occhi stanchi, affaticati e con mal di testa potrebbero essere i segnali di questa patologia che porterebbe a seri problemi di salute

Tanto da meritarsi una apposita patologia, quella, appunto, del mal di testa dietro gli occhi, come spiegano gli specialisti dell’Humanitas. Le cause di questo disturbo possono essere molteplici. Infiammazioni, emicrania, sinusite acuta, arterite temporale, infiammazione del nervo ottico, cefalea tensiva.

Dovremmo preoccuparci maggiormente, secondi gli esperti, se è una cefalea di prima insorgenza, spontanea o post-traumatica. O di elevata intensità, o con sintomatologia ingravescente e non responsiva ai comuni analgesici. Anche una cefalea associata ad altri sintomi come febbre, deficit neurologici, disturbi oculistici, ipertensione severa è campanello d’allarme. E l’elenco potrebbe essere più lungo.

Quali rimedi dovremmo adottare? Oltre che andare dal medico, potremmo introdurre alcuni accorgimenti. Evitare l’assunzione di alcol, caffeina, salumi e formaggi, ma bere, invece, molta acqua. Dormire in una stanza buia e, in ogni caso, limitare l’esposizione a luci intense o lampeggianti, rumori forti e odori molto intensi. Staccare da telefonini, smartphone, pc, tv.

Approfondimento

Mal di testa, stanchezza e dolori muscolari potrebbero essere sintomi di una sindrome da non sottovalutare e che colpisce soprattutto le donne

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te