Non tutti sanno che quest’erba aromatica antiossidante è l’alleata numero 1 dell’intestino

Le erbe aromatiche sono degli ingredienti fondamentali in cucina per la preparazione quotidiana delle nostre ricette. Grazie all’aroma che sprigionano, infatti, esse riescono a dare un tocco in più ad ogni pietanza. Per questo motivo, molti le coltivano persino sui balconi o nel proprio orto, per averle sempre a portata di mano.

Altri ancora sfruttano fino in fondo le loro incredibili proprietà, piantandole vicino ad altri ortaggi. Avvalendosi della tecnica di consociazione, infatti, c’è chi sta piantando del prezzemolo vicino ai peperoni per renderli carnosi e saporiti. Addirittura, c’è chi ha piantato della menta vicino ai pomodori, facendoli crescere rigogliosi e profumati come non mai.

Tuttavia, non tutti sanno che quest’erba aromatica antiossidante è l’alleata numero 1 dell’intestino

Oltre alle incredibili caratteristiche appena descritte, ad alcune erbe aromatiche vengono riconosciute, fin dall’antichità, anche molte proprietà benefiche per la salute.
Fra queste, ne esiste una davvero molto particolare e poco conosciuta, ma utilissima, ad esempio, per migliorare la digestione. Stiamo parlando dell’aneto, una pianta aromatica annuale, originaria del Medio Oriente.

Come evidenziato da alcune ricerche scientifiche, i principali benefici di questa pianta si riscontrano a livello gastrointestinale. L’aneto, infatti, è ottimo per aiutare la digestione, alleviare crampi allo stomaco, reflusso ed alitosi. Ciò è dovuto alla presenza di alcuni oli essenziali all’interno della pianta, che stimolano la bile ed i succhi gastrici.
Oltre a questo, possiede anche proprietà calmanti. Molte persone, infatti, ne assumo un po’ prima di dormire, riscontrando benefici anche contro l’insonnia.

Come utilizzare questa pianta per sfruttarla al meglio

Dal momento che non tutti sanno che quest’erba aromatica antiossidante è l’alleata numero 1 dell’intestino, ora vedremo come sfruttarla al meglio.
In genere, l’aneto viene utilizzato, in tutte le sue parti, per aromatizzare carne, pesce o prodotti da forno come il pane. Oppure, per preparare delle squisite tisane depurative e disintossicanti.
Per fare una tisana, basterà mettere in infusione per 10 minuti delle foglie di aneto, oppure un cucchiaio di semi essiccati.

Sempre con i rametti, inoltre, si può realizzare un ottimo olio aromatizzato.
Per prepararlo, inseriamo in un vasetto di vetro, un po’ di pepe in grani, delle bacche di ginepro ed un mazzo di rametti di aneto. Dopo di che, basterà ricoprire il tutto con abbondante olio EVO e richiudere ermeticamente. Dopo due settimane di macerazione, possiamo utilizzare l’olio aromatizzato per marinare ed insaporire varie pietanze.

Infine, con l’aneto si può preparare anche un buonissimo liquore digestivo. Iniziamo inserendo 100 grammi di rametti di aneto fresco e 50 grammi di semi tritati in un litro di alcol puro. Chiudiamo la bottiglia ermeticamente e lasciamo macerare per una settimana. Trascorso il tempo necessario, prepariamo uno sciroppo, facendo sciogliere in un pentolino 450 grammi di zucchero in 1 litro di acqua. Una volta raffreddato lo sciroppo, uniamolo in una bottiglia insieme all’alcool filtrato. Dopo 40 giorni di riposo, possiamo consumarlo come digestivo, bevendolo ovviamente con estrema moderazione.

Si ricorda, però, che prima di integrare questo alimento nella dieta, è opportuno consultare il proprio medico curante.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te