Non solo la solita insalata ma ecco come riutilizzare 300 grammi di patate avanzate per dei bocconcini morbidi e cremosi

Quante volte capita che dopo un bel pranzetto domenicale restino in frigorifero degli avanzi? Spesso e volentieri non si sa mai bene cosa farci e del cibo ancora perfettamente commestibile finisce in pattumiera. Basterebbe solo un po’ di creatività in più, un’idea simpatica e gustosa, per trasformare il cibo avanzato in un nuovo splendido piatto.

Uno dei vegetali che più spesso rimane nei contenitori portavivande in frigorifero è la patata. Si tratta di un tubero usatissimo nella cucina italiana, che proprio per questo spesso diventa un avanzo. Magari la nonna ha preparato un’insalata rinforzata oppure aveva messo da parte delle patate già lessate da usare nell’impasto di qualche rustico. Non è importante come, ma adesso nel frigorifero ci sono un bel po’ di patate che nessuno sa come riutilizzare.

Oggi il Team di ProiezionidiBorsa proporrà una ricetta facile e veloce. Non solo la solita insalata, infatti, ma ecco come stupire tutti a tavola con una ricetta di sicuro effetto. Gli ingredienti sono semplicissimi:

  • 330 g di patate;
  • 2 cucchiai di farina di riso;
  • 1 cucchiaio di fecola di patate o di amido di mais;
  • 1/2 cucchiaio di sale;
  • 1/4 di cucchiaio di pepe nero macinato fresco;
  • 1/4 di cucchiaio di paprika dolce.

Non solo la solita insalata ma ecco come riutilizzare 300 grammi di patate avanzate per dei bocconcini morbidi e cremosi

Oltre alle patate, come si può notare, gli ingredienti sono in pratica solo delle spezie per insaporire la ricetta.

Il procedimento è altrettanto semplice. Bisogna iniziare con lessare le patate, se non sono già state lessate. In quanto avanzi, infatti, potrebbero già essere cotte, ma nel caso in cui si voglia procedere a realizzare questa ricetta da zero vanno lessate.

Dovremo quindi tagliare le patate lesse a rondelle sottili e adagiarle su un piatto largo, poi, con l’aiuto di una forchetta dobbiamo schiacciarle e trasformarle in una specie di purè.

A questo punto vanno aggiunti tutti gli altri ingredienti: non c’è bisogno di seguire un particolare ordine. È importante, però, lasciare la farina come ultima aggiunta, per evitare che si creino grumi e che l’impasto non risulti morbido. Dopo aver amalgamato il tutto, ne risulterà un panetto morbido e profumatissimo.

Ora si può stendere l’impasto così ottenuto in un lungo “gnocco”, da cui dovremo ricavare dei pezzi di circa 4 centimetri. Dovremo schiacciare questi pezzi da ambo i lati con l’aiuto di una forchetta, per creare la caratteristica decorazione zigrinata. A questo punto si possono friggere in olio di semi bollente fino a doratura. Dentro devono rimanere morbidi.

Servire con le proprie salse preferite.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te