Non solo i cambiamenti di umore, ma anche l’aumento di peso in menopausa superati i 50 anni andrebbe contrastato così secondo gli esperti

Con il sopraggiungere della menopausa, il corpo della donna subisce una serie di cambiamenti. Tra questi, oltre all’umore, ci sono anche mutamenti fisici veri e propri. In particolare, a causa della diminuzione degli estrogeni, si tende ad ingrassare di più, qualsiasi cosa si mangi. Inoltre, l’aumento del grasso viscerale provoca l’aumento del girovita. Quindi, inizia il disagio di sentirsi diverse, che si ripercuote necessariamente sul morale. Il tutto è collegato ad un mutamento fisiologico, in quanto la riduzione di ormoni comporta un minor dispendio calorico. Sicché, pur mangiando gli stessi alimenti, l’organismo consuma meno calorie, con una diversa distribuzione del grasso corporeo.

Tuttavia, l’aumento di lipidi a livello addominale potrebbe anche essere un segnale di alterazione della funzione dell’insulina. Di conseguenza, potrebbe rivelarsi un campanello d’allarme di ulteriori problemi, quali le alterazioni glicemiche. Inoltre, la riduzione dei livelli di estrogeni causa un rallentamento del transito intestinale, quindi maggiore gonfiore e difficoltà di evacuazione.

Come comportarsi per fare fronte al cambiamento in menopausa

Per tutto quanto premesso, è consigliabile prepararsi ai cambiamenti che la menopausa comporta e saperne recepire i segnali. Si consideri che la misura del girovita non dovrebbe eccedere gli 80 cm, altrimenti potrebbe aumentare il rischio cardiovascolare. Quindi, occorre modificare il proprio stile di vita, apportando dei cambiamenti mirati, cioè ritagliati sulle esigenze e sulla situazione della donna. Non solo i cambiamenti di umore, quindi, ma sarebbe anche l’aumento di peso a caratterizzare l’avvento della menopausa. Ma come affrontare il problema?

Anzitutto, si potrebbe pensare di aderire a programmi dietetici, sotto la guida di uno specialista, rapportati all’età e al metabolismo. Ad esempio, è importante adottare un regime alimentare caratterizzato da un quantitativo adeguato di fibre. Si pensi ad alimenti quali verdura, legumi, cereali integrali e frutta. Essi, oltre a favorire il senso di sazietà, aiutano anche la motilità intestinale.

Non solo i cambiamenti di umore, ma anche l’aumento di peso in menopausa superati i 50 anni andrebbe contrastato così secondo gli esperti

Con l’avvento della menopausa, intorno ai 50 anni, inoltre, non si deve dimenticare l’importanza di una corretta idratazione. È necessario, dunque, avvalersi dell’apporto di almeno 1,5 litri di acqua giornalieri. In più, occorre tenere sotto controllo la glicemia, per ridurre le probabilità di aumentare di peso. Allo stesso tempo, non si deve dimenticare di condurre una vita movimentata, caratterizzata da attività fisica regolare. Ciò è essenziale per favorire il metabolismo e per mantenere il giusto peso corporeo. Infine, si potrebbe valutare la possibilità di assumere integratori, quali probiotici e prebiotici, che coadiuverebbero il benessere intestinale.

Lettura consigliata

A 50 anni, ecco 4 esercizi perfetti per tonificare le braccia flaccide che perdono tono con la menopausa

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te