Non solo ammorbidente e aceto, per rendere morbidi e soffici gli asciugamani induriti bastano 3 semplici trucchetti della nonna

Asciugamani e accappatoi, soprattutto quelli in spugna, con il passare del tempo e dei lavaggi frequenti spesso si trasformano in vere e proprie armi graffianti.

Dopo i lavaggi e l’asciugatura all’aria aperta, molti asciugamani, ma anche gli accappatoi, diventano duri e ruvidi come carta vetrata, tanto che diventa scomodo e alquanto fastidioso asciugarsi il viso o altre parti del corpo.

Ma perché gli asciugamani perdono la loro morbidezza e si trasformano in oggetti del male?

Non solo ammorbidente e aceto, per rendere morbidi e soffici gli asciugamani induriti bastano 3 semplici trucchetti della nonna

Le cause possono essere molteplici, sicuramente una delle più frequenti riguarda il lavaggio.

Infatti un lavaggio fatto male, magari con un risciacquo poco accurato, che lascia residui di sporco e sapone, è sicuramente una delle cause più comuni.

Un’altra motivazione potrebbe derivare dall’acqua con cui si lavano i panni. Infatti, se questa è particolarmente ricca di minerali, come ad esempio il carbonato di calcio, è facile che il bucato diventi come carta vetrata.

3 trucchetti salva morbidezza

Il primo trucchetto per far tornare asciugamani e accappatoi morbidi riguarda la temperatura dell’acqua di lavaggio. Una temperatura elevata, infatti, aiuta ad eliminare i residui di pelle e di sapone dal bucato, sia che venga fatto a mano sia in lavatrice.

Il secondo trucchetto è quello di aggiungere al bucato non dell’ammorbidente, bensì dell’ammoniaca.

L’ammoniaca, infatti, farà in modo che il detersivo per i panni non si attacchi alle fibre dei tessuti. Ancora meglio se, oltre all’ammoniaca, durante il lavaggio si aggiungesse anche dell’aceto, che produce la stessa funzione, ma per i minerali. Sarebbe invece preferibile non aggiungere al lavaggio del comune ammorbidente, in quanto in alcuni casi potrebbe contenere numerose quantità di lubrificanti e altre sostanze chimiche. Esse impedirebbero all’acqua di penetrare nel tessuto, creando l’effetto opposto a quello desiderato.

Se lo si preferisce, si potrebbe aggiungere al lavaggio anche dell’acido citrico. Un prodotto del tutto naturale, ma estremamente efficace.

Particolare attenzione va poi riposta alle quantità di prodotto utilizzate che, se in eccesso, potrebbero causare l’effetto contrario. Infatti il detersivo sarebbe poi difficile da sciacquare via, se in eccesso, poiché rimarrebbe nelle fibre, indurendole.

Morbidi consigli

Inoltre sarebbe preferibile evitare l’esposizione diretta ai raggi del sole, poiché seccherebbero le fibre dei tessuti; dunque, meglio coprire il bucato con un lenzuolo di cotone chiaro. Ancora meglio asciugare i capi in asciugatrice, se è disponibile, con l’aggiunta di alcune palline da tennis. Esse impedirebbero un eccessivo sfregamento tra i tessuti e inoltre permetterebbero un maggiore gonfiaggio degli stessi.

Dunque, non solo ammorbidente e aceto, per rendere morbidi e soffici gli asciugamani bastano questi piccoli trucchetti della nonna per ritrovare la sofficità.

Lettura consigliata

Come lavare il piumone in piuma e sintetico in lavatrice senza rovinarlo ed asciugarlo alla perfezione e gonfio prima di posarlo nell’armadio

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te