Altro che aceto per eliminare il calcare incrostato da WC, doccia e lavatrice basta un solo prodotto efficacissimo utile anche per ammorbidire gli asciugamani

Pulire la casa è sempre un’impresa. Infatti pulire le abitazioni richiede tempo costanza e impegno.

Bisogna prestare attenzione alle diverse superfici da trattare, dai pavimenti in ceramica o in cotto, dalle pareti riverniciate bianche o colorate, alla spolveratura di mobili e oggetti composti da diversi materiali.

Insomma, pulire casa richiede anche conoscenza, soprattutto dei prodotti che andiamo ad utilizzare. Infatti alcuni potrebbero risultare particolarmente aggressivi, altri poco adatti ad alcune tipologie di superfici ed altri ancora addirittura inefficaci.

Spesso per la pulizia delle abitazioni si ricorre all’uso del fai da te. Molti infatti miscelano più prodotti tra loro, altri utilizzano quelli in dispensa come l’aceto e il bicarbonato per molte faccende.

Altro che aceto per eliminare il calcare incrostato da WC, doccia e lavatrice basta un solo prodotto efficacissimo utile anche per ammorbidire gli asciugamani

Tuttavia, esisterebbe un prodotto naturale di gran lunga più efficace per la pulizia della casa: l’acido citrico.

Questa sostanza è di origine naturale ed è perfetta per sbrigare al meglio diverse faccende domestiche. A partire dall’eliminazione del calcare dai sanitari e dalla doccia fino alla pulizia dei vetri. Altrettanto utile per la pulizia della lavatrice e da aggiungere al lavaggio per avere dei capi più morbidi.

Come utilizzare l’acido citrico

L’acido citrico è un prodotto facilmente acquistabile nei supermercati e che, a seconda dell’uso che se ne fa, si può diluire in acqua. Solitamente nelle quantità tra 50 e 200 g per un litro d’acqua.

Per scrostare WC e sanitari, nonché la doccia, sarebbe sufficiente diluire 150 g di acido citrico in un litro di acqua. La soluzione potrà poi essere vaporizzata su sanitari o versata nel WC. Mentre per la pulizia di tappi, filtri di rubinetti e soffioni della doccia sarà sufficiente immergerli direttamente in una vaschetta contenente la soluzione.

L’acido citrico in lavatrice

Inoltre è perfetto da aggiungere ai lavaggi in lavatrice per sostituire il comune ammorbidente, o da utilizzare come decalcificante dello stesso elettrodomestico. Per addizionarlo al lavaggio come ammorbidente basterà diluire 10 g di acido citrico in 100 ml di acqua. Una volta pronta, la miscela va direttamente versata nell’apposita vaschetta dell’ammorbidente.

Questo prodotto si rivela particolarmente indicato per ammorbidire il bucato. Infatti è un ottimo sostituto dell’aceto, che invece potrebbe stingere i panni colorati. Inoltre, l’acido acetico presente nell’aceto sembrerebbe essere poco adatto alla flora marina. L’acido citrico, invece, è un prodotto particolarmente organico perfetto da utilizzare per il bucato, ma anche per l’igienizzazione dei sanitari.

Per la pulizia della lavatrice, invece, sarà sufficiente mescolare 100 g di acido citrico in un litro d’acqua da versare direttamente nel cestello e procedere con un ciclo di lavaggio a vuoto.

Altri usi dell’acido citrico

Sarà perfetto anche per la pulizia della moka, la classica macchinetta del caffè che abbiamo in casa. Ed anche per la pulizia delle macchinette da caffè a cialde o a capsule. Basterà comperare al supermercato le bustine al 3% di acido citrico appositamente formulate.

Inoltre si può utilizzare anche come brillantante da aggiungere al lavaggio di piatti e bicchieri in lavastoviglie.

Altro che aceto per eliminare il calcare incrostato e per altre mille faccende domestiche, l’acido citrico si rivela un vero alleato utile per far splendere la casa. Un prodotto in grado di sostituire egregiamente alcuni prodotti più tradizionali che contengono sostanze inquinanti, pericolose per l’uomo e per l’ambiente.

Controindicazioni e uso

Meglio evitare di utilizzare l’acido citrico su materiali come marmo, pietra e legno. Si ricorda inoltre che è sempre preferibile utilizzarlo indossando appositi guanti che proteggano la pelle e la bellezza delle nostre mani.

Lettura consigliata

Altro che candeggina, ammoniaca e bicarbonato, per eliminare la muffa dai muri senza rovinare la pittura ecco un prodotto naturale efficacissimo

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te