Non è tardi per iniziare a perdere peso in vista della temuta prova costume e con questi esercizi di corsa all’aperto sarà più facile farlo, ma attenzione agli errori da non fare

Guardando il calendario, c’è da preoccuparsi. In fondo, marzo è già finito e ad arrivare a giugno o luglio, quando la gente inizia ad andare in ferie, non manca molto. Il problema è la bilancia che, inesorabile, ci dice che l’inverno ci ha costretti a pagare la solita tassa in termini di chili accumulati.

Sale l’affanno di chi già si vede passeggiare sul lungomare con un costume che evidenzierà i chili in più. Non disperiamo, però. Non è tardi per iniziare a perdere peso, infatti, in vista delle vacanze. Basta mettersi di impegno e non saltare le tabelle.

Uno strumento utile da usare con grande attenzione

Correre aiuta, certamente, a perdere peso. Però, come in tutte le cose, bisogna farlo con giudizio. Soprattutto, se non siamo dei giovincelli e abbiamo superato la soglia dei 50 anni. Non basta mettere su le scarpe da running e andare fuori a correre. Occorre una programmazione.

Ad esempio, se siamo dei cinquantenni non dovremmo preoccuparci più di tanto dei tempi e del ritmo, ma della durata. Partire con tratti al passo, intervallati ad altri di corsa leggera. Poi, incrementare i minuti di corsa, sempre senza strafare. L’ideale, sarebbe farlo di 5 minuti in più alla settimana, fino ad arrivare a 35-40 minuti consecutivi, per tre-quattro volte ogni 7 giorni. La bilancia ringrazierà.

La regola vale per tutti i neofiti, che vedono nella corsa solo un mezzo veloce per dimagrire. Fondamentale sarà far sempre un po’ di stretching e imparare a riposare tra un allenamento e l’altro. Chi già corre da qualche tempo, dovrà iniziare ad introdurre allenamenti diversificati. Come, ad esempio, con le ripetute o con il Fartlek. Entrambi, sono allenamenti perfetti non solo per farsi il fiato e aumentare la resistenza, ma anche per il peso.

Non è tardi per iniziare a perdere peso in vista della temuta prova costume e con questi esercizi di corsa all’aperto sarà più facile farlo, ma attenzione agli errori da non fare

Attenzione, però, a non commettere degli errori. Tante volte, infatti, ci pesiamo dopo qualche settimana e non notiamo miglioramenti. Come è possibile? Potrebbe essere il risultato di errori commessi.

Ad esempio, dopo un allenamento ci viene più fame. Dovremmo imparare a mangiare con intelligenza, senza rimpinzarci di cibo spazzatura. Facciamo, in pratica, spuntini proteici, che ci daranno il senso di sazietà. Mangiare un piatto di pasta, come ricompensa, non aiuta.

Quanto corriamo a settimana? Non è che andare solo il sabato o la domenica, ci porterà benefici sulla bilancia. Ci vuole costanza e uscire, come detto, almeno 3, ma sarebbe meglio 4, volte a settimana. O sarà inutile.

Dipende anche come corriamo. Dopo un po’, infatti, il corpo si abitua e se andremo sempre allo stesso passo, non avremo, a un certo punto, più benefici. Per questo, è fondamentale variare, nei modi suggeriti prima. Fare qualche salita, sprint, ripetuta è anche utile per non annoiarci. Oltre che per perdere peso.

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te