Non conserviamo i cetrioli in freezer o sott’olio, ma in frigo facendo così

Non c’è niente di più dissetante dei cetrioli d’estate. Con questo caldo, sono l’alimento perfetto per affrontare a cuor leggero i pasti estivi. Tuttavia, averli sempre ben croccanti in frigo è difficile. Questo succede perché commettiamo tutti un errore molto banale, che adesso vedremo. Molti allora preferiscono conservarli direttamente in freezer, ottima idea per aver disponibili anche in inverno. Altri preparano le conserve di cetrioli sott’olio. Ma esiste un altro metodo per conservarli e gustarli al meglio, anche molti giorni dopo averli acquistati.

L’errore da evitare per conservarli in frigo

Per evitare che i cetrioli perdano la loro naturale croccantezza, dovremmo fare attenzione a questi dettagli, quando li conserviamo. L’errore più comune è quello di tenere i cetrioli schiacciati da altre verdure, nel cassetto del frigo. La pressione eccessiva danneggia la scorza dura del cetriolo e lo rende molliccio e poco croccante. Per conservare correttamente i cetrioli in frigo, non occorre necessariamente metterli in freezer. Basterà riporli in frigo in un contenitore di vetro, con un foglio di carta assorbente alla base, per assorbire l’umidità. Non chiudiamo il contenitore, ma lasciamolo socchiuso per permettere all’aria di entrare. Acqua e umidità sono infatti acerrime nemiche dei cetrioli. In questo modo, resteranno croccanti e deliziosi per una settimana, pronti da gustare, magari accompagnati da un delizioso hummus di ceci senza tahina.

Non conserviamo i cetrioli in freezer o sott’olio, ma in frigo facendo così

Un altro modo per conservare i cetrioli in frigo, e averli a disposizione anche con l’arrivo del primo freddo, e senza bisogno di metterli sott’olio, è quello di prepararli in agrodolce. Vediamo come fare. Ci serviranno:

  • 800 g di cetrioli;
  • 400 ml d’acqua;
  • 400 ml di aceto di vino;
  • 2 spicchi di aglio;
  • pepe nero in grani q.b.;
  • 40 g di sale grosso;
  • 25 g di zucchero di canna.

Laviamo i cetrioli e asciughiamoli bene con un panno. Tagliamoli a fettine sottili ed eliminiamo l’acqua in eccesso, mettendo le fettine in uno scolapasta, cosparse con sale grosso. Lasciamole riposare così per 15 minuti circa. Trascorso questo tempo, potremo asciugarle con della carta assorbente. In una pentola dal bordo alto, mettiamo acqua, aceto, sale grosso, zucchero e facciamo bollire. Lasciamo cuocere sul fuoco, mescolando con un mestolo per far addensare gli ingredienti. A questo punto, spegniamo e lasciamo riposare il nostro liquido.

Cosa fare adesso

Prendiamo un barattolo ermetico sterilizzato e tagliamo l’aglio a pezzetti. Iniziamo a riempire il nostro contenitore con uno strato di cetrioli, uno di aglio e aggiungendo i grani di pepe. Pressiamo bene i vari strati e proseguiamo. Lasciamo 3 centimetri di spazio in alto, per riempire il contenitore della soluzione agrodolce con cui ricopriremo tutti i cetrioli. Pressiamo un’ultima volta per eliminare le bolle d’aria e capovolgiamo il barattolo per creare il sottovuoto. In questo modo, potremo conservare perfettamente i nostri cetrioli anche per la stagione invernale. Potremmo consumarli non prima di un mese dalla preparazione. A seconda di come e quando pensiamo di consumarli, non conserviamo i cetrioli in freezer o sott’olio, ma seguiamo questi pratici consigli per averli sempre croccanti e a nostra disposizione quando li desideriamo.

Lettura consigliata

A colazione non mettiamo solo avena e frutta nello yogurt, ma questi 3 ripieni

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te