Non con il pomodoro, come fare una pasta deliziosa con i totani

Anche se spesso siamo abituati ad associarli, bisogna sapere che totani e calamari non sono la stessa cosa. Benché entrambi siano dei molluschi cefalopodi che abitano i nostri mari da milioni di anni, tra loro corrono differenze sostanziali. La prima risiede nel colore che per i calamari tende al rosso/viola mentre nei totani è di colore sabbiato/marrone. I tentacoli sono uguali per entrambi, quello che fa la differenza invece sono le pinne laterali. Queste sono alla base della testa ed hanno forma triangolare, mentre nei calamari sono più simili ad un trapezio e sono situate a metà della testa. Conoscere la differenza tra i due molluschi è utile in quanto c’è una discreta differenza di prezzo tra loro. Infatti il prezzo di un calamaro si attesta a circa 20 euro al chilo mentre quello di un totano è circa la metà. Dunque attenzione a quando facciamo spesa.

Non con il pomodoro, come fare una pasta deliziosa con i totani

Questi molluschi vengono spesso utilizzati per essere farciti con tanti ingredienti diversi, ma sono ottimi anche piastrati. Ulteriore metodo di preparazione è quello di friggerli una volta infarinati o intinti nella pastella. Ultimo, ma non per importanza, è l’accompagnamento con la pasta con la quale generalmente usiamo il sugo di pomodoro. Nella ricetta che proporremo in seguito, invece che con il pomodoro cucineremo dei totani affiancandoli alla cicoria. Dunque senza indugi vediamo come preparare questa sfiziosa pasta.

Ingredienti e preparazione

Non con il pomodoro prepareremo questo piatto gustoso. Gli ingredienti per questa ricetta sono:

  • totani;
  • ciocoria,
  • aglio;
  • peperoncino;
  • pangrattato.

Cominciamo sbollentando per qualche minuto la cicoria in acqua salata. Il sale aiuterà la cicoria a mantenere un colore brillante che renderà più appetitoso il piatto. Mentre cuociamo la cicoria, metteremo in una padella dell’aglio, del peperoncino e una dose generosa di olio. Dentro questo intingolo salteremo la cicoria appena lessata. Una volta che questa avrà preso aroma, tagliamo a rondelle i totani e i loro tentacoli per poi metterli a cuocere in padella con la cicoria.

Mentre la padella è sul fuoco, cuoceremo la pasta nella stessa acqua in cui è stata sbollentata la cicoria. Quando saremo a circa tre quarti di cottura, scoliamo la pasta nella padella in cui ci sono cicoria e totani ed ultimiamola aggiungendo qualche mestolo d’acqua della pasta.

Una volta cotta la pasta e avendole permesso di insaporirsi con tutti gli aromi in padella, non dovremo fare altro che mettere nei piatti.  A questo punto guarniremo con il pangrattato saltato in padella.

Lettura consigliata

Altro che bollito e lesso, ecco come cucinare un polpo morbido per condire pasta e secondi

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te