Non butteremo più l’olio di oliva rancido o andato a male ora che sappiamo quanto può tornarci utile

A volte non teniamo conto di tanti oggetti in casa che consideriamo scarti. Solitamente, infatti, quando un elemento all’interno del nostro appartamento ci sembra ormai inutilizzabile, tendiamo a buttarlo via. Di certo non lo fanno tutti, ma sicuramente in molti si rivedranno alla perfezione in questa descrizione. Questo atteggiamento nasce, probabilmente, da abitudini che si hanno sin da bambini. Diversi di noi, infatti, sono soliti buttare nella spazzatura ciò che ritengono ormai inutile. E questo può accadere con le bucce di frutta e verdura, con prodotti andati a male tanto quanto con vestiti ormai troppo vecchi o rotti. In questi casi, però, ci sarebbe un’altra cosa (forse più utile sia per la nostra casa che per il nostro portafogli) da poter fare.

Non butteremo più l’olio di oliva rancido o andato a male ora che sappiamo quanto può tornarci utile

Ciò che alcuni ignorano, infatti, è il riciclo creativo. Se mai dovessimo trovarci in una delle situazioni descritte sopra e stessimo per gettare un oggetto che consideriamo ormai inutile, fermiamoci per un secondo a riflettere. Quell’elemento che abbiamo in mano potrebbe trasformarsi in qualcosa di meraviglioso se solo prendessimo spunto da alcune idee. E noi ne abbiamo date diverse. Per esempio, se ne possono trovare alcune nel nostro precedente articolo, in cui consigliamo come dare una vita nuova alle cinture ormai troppo vecchie per essere indossate. Oppure, possiamo ritrovare lo stesso in questo articolo, dove spieghiamo come riutilizzare dei pacchetti di sigarette vuoti. E oggi facciamo la stessa cosa, concentrandoci su un ingrediente che probabilmente quasi tutti hanno in casa. Stiamo parlando, in questo caso, dell’olio di oliva. Se dovesse risultare rancido o andato male, non buttiamolo via. Infatti, ci sono dei piccoli spunti che potrebbero interessarci.

Come trasformarlo in modo geniale quando non può più essere usato per le nostre ricette

Forse non ci è mai venuto in mente, ma l’olio di oliva può effettivamente andare a male. Fortunatamente, per raggiungere questo stato, ci vuole molto tempo. Si parla di almeno 3 anni in cui l’olio deve essere mal conservato. E in questo caso, effettivamente, potrebbe essere inutilizzabile per i nostri piatti. Se dovessimo trovarlo così, però, nessuna paura. Ci sono tanti modi per utilizzarlo. Per esempio, potremmo usarlo per pulire gli attrezzi del nostro giardino, in modo tale da non sprecare l’olio buono.

Oppure, invece di utilizzare l’olio che abbiamo in cucina e che potremmo mettere sui piatti, potremmo usare quello rancido per eliminare i cigolii dalle porte di casa. E non solo. Possiamo ungere i portacandele e lucidare il rame o l’acciaio. Insomma, gli usi sono davvero tanti. E una cosa è certa. Non butteremo più l’olio di oliva rancido o andato a male ora che sappiamo quanto può tornarci utile.

Approfondimento

Ecco perché tutti stanno spargendo l’olio di oliva sui vetri per risolvere questo problema davvero comune

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te