Molti hanno questa particolare convinzione verso questi ortaggi ma non sanno che in realtà potrebbe non essere vera

Tutti noi abbiamo alcune certezze, tanto più salde se riguardano elementi che fanno parte della nostra vita quotidiana.

Delle idee di cui siamo così tanto convinti da considerarle incrollabili. In realtà però può capitare di scoprire che alcune non siano del tutto corrette e rimanerne sorpresi.

Facciamo la spesa, prepariamo e portiamo ogni giorno in tavola dei prodotti. Suonerà bizzarro ma in certi casi non sappiamo realmente cosa stiamo mangiando. Infatti molti hanno questa particolare convinzione verso questi ortaggi ma non sanno che in realtà potrebbe non essere vera.

A tavola

Quasi tutti sappiamo quanto sarebbe benefico per il nostro organismo consumare frutta e verdura. Altrettanto diffusa sarebbe la raccomandazione di alimentarcene con 5 porzioni giornaliere e di 5 diversi colori. In effetti frutta e verdura compaiono perlopiù con una certa frequenza nella nostra alimentazione. Facendo poi particolare riferimento puntualmente a quelli che sono i prodotti di stagione, come questo succoso frutto che potrebbe combattere l’invecchiamento dell’occhio e delle cellule.

Nonostante il puntuale consumo però potremmo scoprire che in realtà non conosciamo davvero la verdura e la frutta e cosa sarebbe l’una e cosa l’altra.

Il termine verdura si riferisce a vari elementi vegetali di una pianta, come gambo, fusto, foglie e radici.

Molti hanno questa particolare convinzione verso questi ortaggi ma non sanno che in realtà potrebbe non essere vera

La frutta a differenza della verdura invece, da un punto di vista botanico, sarebbe la trasformazione dell’ovario del fiore. Esso in seguito all’impollinazione e alla fecondazione infatti diverrebbe un frutto.

Il frutto sarebbe l’involucro destinato a contenere i semi e a diffonderli per garantire la nascita di altre piante.

Dunque sarebbe frutto tutto ciò che contiene dei semi. Qui arriva il bello, molti ortaggi che mangiamo e consideriamo verdure in realtà contengono semi.

Alcune proprio diffuse in autunno: peperoni, zucchine, melanzane e zucca, protagonista di questa straordinaria e soffice torta autunnale che pochi conoscono.

Oltre a quelli già enumerati anche i cetrioli e i diffusissimi pomodori contengono semi.

Solitamente consideriamo i prodotti in base ai gusti e agli utilizzi culinari. Sotto questo punto di vista tendiamo a considerare frutta solo ciò che è dolce o aspro.

In realtà però andando a fondo nella questione ci rendiamo conto che molti ortaggi che consideriamo verdura rientrerebbero nella classificazione naturale di frutta.

Esisterebbe dunque uno scarto tra cucina e botanica. Molti di noi, abituati a servirsi ai banchi frutta e non nell’orto, l’ha finora ignorato. Ora però potremmo guardare questi prodotti con una maggiore conoscenza al riguardo avendo appreso una curiosità che non sospettavamo neppure.

Consigliati per te