Avrebbe più fibre di broccoli questo dolce frutto antiossidante contro la stitichezza

Esistono modi di dire su alcuni alimenti davvero singolari, che scatenano una certa curiosità. Spesso sentiamo dire che “i bambini nascono sotto i cavoli”, ma raramente approfondiamo per scoprire il perché di questo strano detto. È una storiella che si narra solitamente ai più piccini per dare una motivazione fantasiosa alle loro domande. In realtà esistono diverse spiegazioni, ma tutte molto simili tra loro. Secoli fa era uno dei pochi ortaggi che forniva diversi nutrienti, era simbolo di vita perché si raccoglieva dopo ben 9 mesi. Erano le donne ad occuparsi della cura del cavolfiore, chiamate levatrici, proprio perché seguivano tutta la crescita fino al raccolto.

Un’altra ipotesi riguarda il metodo con cui tagliavano la base, eseguendo una rotazione dell’ortaggio, paragonato al momento della nascita di un bebè. Cavolfiori e broccoli sono tutt’oggi considerati degli alimenti nutrienti con eccezionali qualità benefiche, nonché ricchi di fibre e antiossidanti.

L’ortaggi autunnale ricco di vitamine e sali minerali

Possiamo gustare i broccoli a partire da settembre e per tutto l’inverno, gustandoli con la pasta, in brodo, sotto forma di vellutata, come contorno o secondo. Sono fonte di beta carotene ed hanno notevoli quantità di vitamina C, A, B e K, potassio, calcio e fosforo. Questi elementi contribuirebbero a contrastare infezioni, a favorire un corretto metabolismo e la salute cardiovascolare, di ossa e denti. Hanno anche un buon livello di fibre, circa 2,6 gr per ogni 100 grammi. Ma avrebbe più fibre di broccoli questo dolce frutto tipico della stagione autunnale, ovvero il cachi, originario della Cina e poi diffuso in altre parti del Mondo.

Avrebbe più fibre di broccoli questo dolce frutto antiossidante contro la stitichezza

I cachi, o kaki, appartengono al genere Diospyros, ed è un frutto che troviamo nei banchi ortofrutticoli dall’autunno fino a dicembre. Sono arancioni ed hanno una sottile buccia, la polpa è piuttosto molle e gelatinosa ed il gusto è dolce e zuccherino. Mentre, la varietà cachi mela ha la polpa soda come una mela. È un alimento che contiene potassio, fosforo e vitamina C ed E, flavonoidi e acido betulinico. Sono fonte di fibre, ne contengono circa 3,6 gr per ogni 100 grammi, utili per la salute cardiovascolare e soprattutto dell’intestino.

A cosa servono le fibre alimentari

I vegetali sono particolarmente ricchi di fibra, come i cereali integrali, frutta e verdura fresca, ma anche i legumi. Anche le diverse modalità di cottura o il livello di maturazione degli ortaggi potrebbero interferire sul contenuto. Le fibre aiutano a mantenere in salute l’organismo, scongiurando l’arrivo di alcune patologie, ed hanno un’azione prebiotica, che favorirebbe l’equilibrio intestinale. Ma hanno anche un notevole effetto saziante e potrebbero abbassare i livelli di glucosio e colesterolo. Avrebbero anche il potere di contrastare la stitichezza, agendo sulla funzionalità intestinale.

Lettura consigliata

Avrebbe più proteine e ferro del riso bianco questa varietà fonte di fibre e antiossidanti che contrasterebbe l’invecchiamento 

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te