blank

Molti comprano altro al supermercato eppure è questo il vino migliore che c’è sugli scaffali  

Il vino è una grande tradizione delle nostre terre che con il tempo si è diffusa in tutto il mondo. Bere un po’ di vino durante il pasto è un piacere e può anche diventare buono per la salute. Tuttavia fra le tante varietà di vino, molti comprano altro al supermercato eppure è questo il vino migliore che c’è sugli scaffali.

La varietà è tanta

La varietà di vini che si trova al supermercato è veramente tanta. Ogni regione italiana ha i suoi vini e scegliere a volte diventa difficile. Quando si arriva di fronte al reparto vini si è davvero disorientati per la quantità di proposte che ci sono e l’occhio spesso si perde di fronte a tante bottiglie. Ecco alcuni vini rappresentanti per regione in Italia.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Aloe

In Piemonte troviamo la Barbera, in Lombardia la Bonarda, in Trentino il Pinot, in Umbria il Sagrantino, in Emilia il Lambrusco, in Veneto il Bardolino, in Toscana il Chianti, nella Valle d’Aosta il Donnas, nel Lazio il Bianco dei Castelli Romani, in Campania l’Aglianico, nel Friuli il Refosco, nella Liguria il Pigato, nel Molise il Biferno, nelle Marche il Falerio dei Colli Ascolani, in Calabria il Cirò, in Basilicata l’Aglianico del Vulture, nelle Puglie il Rosato del Salento, nell’Abruzzo il Montepulciano, in Sicilia il Nero d’Avola, in Sardegna il Cannonau.

Molti comprano altro al supermercato eppure è questo il vino migliore e salutare che c’è sugli scaffali

Tutti questi vini sono diversi per sapore e forza e ognuno ha i suoi gusti, su questo non si discute. Ma se si cerca un vino pensando alla qualità e alla salute, quello che porta la scritta “Senza solfiti aggiunti” fa al caso nostro. I solfiti sono dei conservanti che vengono aggiunti al vino per farlo durare a lungo.

Secondo la circolare ministeriale N. 143/2018 due sono i criteri richiesti per un vino senza solfiti. Il primo è che non si devono aggiungere solfiti al vino, e il secondo che i solfiti naturali non superino i 10mg/litro.

Questo è il vino di miglior qualità perché si può assaporare tutto il gusto originario dell’uva.

Chiediamoci pure qual è il migliore fra il vino invecchiato o quello giovane.

Consigliati per te