L’incredibile motivo per cui non dovremmo usare più la carta igienica e qual è la giusta alternativa

Gli scaffali dei supermercati sono pieni di questo articolo acquistato da tutti e indispensabile. Di carta igienica ce n’è di tutti i tipi, super morbida, profumata e bianchissima. Sono proprio queste particolarità che, a quanto pare, la renderebbero nociva per la nostra salute. Ora, infatti, andremo a spiegare l’incredibile motivo per cui non dovremmo usare più la carta igienica.

In pochi sanno che per rendere la carta igienica con queste caratteristiche occorrono molti prodotti chimici, tra cui il cloro e la candeggina. La carta, come tutti ben sanno, deriva dal legno e il suo colore originale dovrebbe essere più scuro.
Infatti, nel processo di lavorazione della carta igienica vengono utilizzati il cloro e il biossido di cloro, che potrebbero sviluppare sostanze dannose o addirittura cancerogene come la diossina.
Queste sostanze entrano nell’organismo attraverso la pelle ogni qual volta ci puliamo con la carta igienica e potrebbero accumularsi potenzialmente nel nostro organismo, anche se in tempi piuttosto lunghi.

Ecco l’incredibile motivo per cui secondo alcune nuove teorie non dovremmo usare più la carta igienica e pertanto trovare una possibile alternativa

Alcuni studi scientifici hanno dimostrato che l’accumulo di queste sostanze potrebbe provocare, in extremis, una diminuzione della fertilità e squilibri ormonali, fino, in taluni casi, estremi al cancro.

Lo squilibrio ormonale è causato dalla presenza, in tutti i prodotti di carta, di una sostanza chimica pericolosa come il bisfenolo-A. Inoltre, nella carta igienica esiste anche il formaldeide, utilizzato per aumentare la resistenza della carta all’umidità.

Alcuni medici affermano che l’uso della carta igienica potrebbe comportare anche altre conseguenze. Anche se siamo abituati da secoli a utilizzarla dopo essere andati al bagno, in realtà questo prodotto non ci pulirebbe correttamente. Le particelle di feci rimaste attorno all’ano possono arrivare in una donna fino all’uretra e provocare un’infezione alle vie urinarie.

A ulteriore riprova si veda anche la tendenza orientale (nipponica soprattutto) a incorporare il bidet nel WC proprio per permettere l’immediata pulizia con acqua corrente.

Per concludere, sarebbe meglio acquistare della carta igienica lavorata con prodotti naturali oppure l’alternativa migliore potrebbe essere l’uso del bidet o le salviettine igienizzanti umidificate.

Lettura consigliata

Per avere delle tovaglie e tovaglioli perfettamente puliti non tutti sanno che per ogni macchia esiste uno specifico e semplice rimedio naturale

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te