Le 3 vitamine indispensabili per la salute del cervello e la prevenzione delle malattie degenerative

Uno studio tutto italiano svela come combattere efficacemente l’invecchiamento della mente a tavola e quindi come la scienza stia sempre più cercando le prove dell’unione tra intestino e cervello. Mantenere sano e attivo il primo significa infatti anche tutelare direttamente la salute del secondo. Ricordiamo ancora una volta che quasi il 70% delle infezioni e dei virus si sviluppa partendo proprio dall’intestino per propagarsi poi a tutto l’organismo. Oggi però vedremo direttamente le 3 vitamine indispensabili per la salute del cervello e la prevenzione delle malattie degenerative. Assumerle quotidianamente con gli integratori ma anche a tavola significa davvero prendersi cura di noi stessi e della nostra persona.

Partendo dalla vitamina del sole

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Potremmo definirla non a caso la “vitamina dell’estate”, la D che assumiamo in gran parte con l’esposizione alla stella più luminosa del cielo. È infatti più difficile assumerla col cibo rispetto alle altre vitamine più presenti negli alimenti quotidiani. Ci sono soprattutto 3 categorie di persone che devono assolutamente assumere la vitamina D:

  • mamme in dolce attesa;
  • bambini;
  • anziani.

Per la prima categoria questa vitamina è alla base dello sviluppo del feto e del cervello del piccolo che si sta sviluppando. I bambini devono continuare ad averne a sufficienza poi per lo sviluppo osseo e cerebrale stesso. E gli anziani è utile per prevenire il declino cerebrale e l’insorgere dell’Alzheimer. Al di là di queste tre categorie, la vitamina D è comunque fondamentale per la salute a qualsiasi età soprattutto per mantenere la mente attiva.

Le 3 vitamine indispensabili per la salute del cervello e la prevenzione delle malattie degenerative

Forse diremo delle cose scontate, ma le altre 2 vitamine essenziali per la salute della nostra mente sono la B e la C. Entrambe le possiamo assumere abbastanza comodamente anche a pranzo, soprattutto la seconda. Magari andando a scovare anche degli alimenti meno conosciuti ma incredibilmente benefici. Per capire quanto sia importante la vitamina B, come tutte quelle del suo gruppo, ci rifacciamo a un nome popolare con la quale si chiama: “vitamina della felicità”. Soprannome dovuto al fatto che inserendosi nella formazione genetica dei neurotrasmettitori, la B permette di aumentare le risorse di energia, riducendo lo stress.

Quello che non sappiamo della C

La vitamina C è forse la più conosciuta di tutte anche perché la studiamo a scuola fin da bambini. Pochi però sanno che fornendo maggiore ossigeno e nutrienti al cervello è una validissima alleata contro l’avanzare implacabile degli anni. Merito del glutammato, la sostanza che dona vivacità alle nostre facoltà mentali e che contrasta l’avanzare di Alzheimer, Parkinson e altre malattie degenerative. Attenzione però che il glutammato è un eccitante e può avere controindicazioni. Prima di assumerlo direttamente con gli integratori rivolgiamoci a un medico o al farmacista di fiducia.

Approfondimento

Miele e cannella un binomio eccezionale per vivere meglio

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te